Il gruppo folk ‘Trinacria Bedda’ domani si esibisce ad Alimena

Sarà impegnato nei festeggiamenti di Santa Maria Maddalena

MONREALE, 25 agosto – Domani il gruppo folkloristico Trinacria Bedda di Monreale si esibirà ad Alimena in occasione dei solenni festeggiamenti di Santa Maria Maddalena. Il Gruppo ,guidato dal presidente Patrizia Terzo ,farà corteo itinerante nel pomeriggio per le vie della città di Alimena ed infine in prima serata sul palco allestito a Piazza Margherita.

Il vice presidente del Gruppo folkloristico Trinacria Bedda,nonché il professore artista Giuseppe Sabatino ,ha voluto fortemente omaggiare alla sua città natia l arte folklorica del suo gruppo che riceve oramai sempre più consensi da parte del pubblico.
"Il Professore omaggera' anche alcuni suoi brani inediti dedicati a Santa Maria Maddalena accompagnati dall'eccellente orchestrina folk e da tutti i componenti del Gruppo Trinacria Bedda.
La festa è tra le più sentite e frequentate del centro Sicilia, notevole afflusso di gente arriva dai paesi vicini ma anche distanti.
Notevole, per le dimensioni del paese, la "Fiera" di bancarelle che vendono mercanzia di ogni genere. Per la Chiesa la festa liturgica ricorre il 22 luglio ma è stata spostata al 1° settembre di ogni anno, per dare la possibilità ai contadini, un tempo impegnati nelle campagne per la raccolta dei cereali, di potervi partecipare e per incrementare la fiera del bestiame che veniva commerciato alla fine del ciclo agrario. La festa, infatti, è preceduta dalla fiera che purtroppo oggi ha perso la sua grande importanza in quanto l’animale è stato soppiantato dalla macchina, mentre l’immenso spazio in cui essa si svolgeva “A Chiusa da Maddalena” è stato invaso dalle costruzioni edilizie.

Il culmine della festa si raggiunge la sera del 1° settembre quando ha inizio la solenne processione in onore della Santa Patrona, preceduta dai riti religiosi (vesperi, Sante Messe, prediche) che si susseguono nei tre giorni preparatori alla festa in cui affiora una intensa spiritualità. Il bellissimo simulacro della Santa (1700), dall’abito lungo color rosa in parte coperto da un mantello verde, adornata di splendidi fiori, subito dopo la celebrazione della Santa Messa, fa la sua apparizione sulla soglia della porta maggiore della Chiesa Madre, mentre la folla di fedeli, “immersa” in un concerto di campane che suonano a festa, spari di mortaretti e sinfonie musicali, si inginocchia con dovuta devozione per chiedere la sua intercessione e protezione.

Fino a pochi anni fa la statua della Maddalena veniva portata su un fercolo "A Vara” molto bello a forma di cappelletta ornata di festoni dorati. Di tanto in tanto veniva appoggiata a terra per dare la possibilità ad un membro del Comitato di appuntare su una stola pendente dal collo della Santa i gioielli (ex voto) e i soldi di carta offerti dai fedeli. Alla processione partecipano tutte le Confraternite contrassegnate dalle tradizionali divise con le fiaccole accese e le autorità civili e religiose, seguiti dalla banda musicale e dai numerosissimi fedeli che durante il percorso recitano il Santo Rosario e intonano canti religiosi. Le vie principali sono riccamente adornate e i balconi delle case sono pieni di persone che attendono il passaggio della processione. L’atmosfera che si respira è davvero bella e suggestiva. Il giro termina a sera inoltrata con l’omelia del Parroco, la santa benedizione su tutta la comunità e il rientro in Chiesa del Simulacro dopo lo spettacolo pirotecnico.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna