Acqua non potabile in via Salita Guardì, il sindaco emana un’ordinanza

Consentito l’utilizzo per soli fini igienico-sanitari

MONREALE, 7 novembre – Uso dell’acqua vietato per fini potabili e consentito solo per quelli igienico sanitari in via Salita Guardì e nell’attiguo cortile Piediscalzi a causa della presenza di non meglio indicati “corpi estranei nell’acqua di rete”, tanto che il sindaco Piero Capizzi, in via cautelativa ha deciso di emanare un’ordinanza.

“Si comunica - afferma una nota - che a seguito di segnalazione, circa la presenza di corpi estranei nell'acqua di rete, si è proceduto ad un controllo visivo della condotta idrica comunale in via Salita Guardì - Monreale. Non avendo avuto un riscontro definitivo ed al fine di un approfondimento della questione, si sta procedendo ad eseguire alcune lavorazioni per verificare parti di condotte interrate.
Ad ogni buon fine si è proceduto a contattare l'Amap di Palermo per procedere in data ad una verifica batteriologica dell'acqua immessa in rete. Si ritiene pertanto opportuno in via cautelativa emettere apposita ordinanza sindacale per limitare l'uso dell'acqua in erogazione ai soli fini igienico sanitari e ciò per almeno sette giorni a datare da oggi nella via Guardì nel tratto compreso tra la via San Martino e la via Benedetto Balsamo”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna