Grazie a tutti i carabinieri per l’opera che svolgono

In una cattedrale gremita si è tenuta oggi la celebrazione della “Virgo Fidelis” patrona dell’Arma. LE FOTO

MONREALE, 21 novembre – Un evento storico forse no, ma certamente un appuntamento di grande richiamo che a Monreale, come ha ricordato il sindaco Piero Capizzi, non si viveva da tantissimi anni. È stata questo la celebrazione della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei carabinieri, che si è tenuta oggi in cattedrale.

In un duomo gremito e soprattutto pieno di autorità civili, militari e religiose, prima fra tutte il neo presidente della Regione, Nello Musumeci, alla sua prima uscita pubblica da quando si è insediato, l’arcivescovo di Monreale ha officiato la Santa Messa con la quale i carabinieri ribadiscono ogni anno la loro devozione alla Vergine che rappresenta ed incarna il valore fondamentale dell’Arma: la fedeltà.
“Cari carabinieri – ha detto Pennisi nel corso della sua omelia – a ciascuno di voi esprimo il più vivo apprezzamento per la dedizione e il generoso impegno nel tutelare l'ordine e la legalità, nel tenere sotto controllo il territorio, nel difendere i deboli, nel proteggere gli onesti, nel favorire la sicurezza nella nostra patria e la pacifica convivenza dei popoli. A ciascuno di voi si addice il ruolo di sentinella, che guarda lontano per scongiurare il pericolo e promuovere dappertutto, nella fedeltà al giuramento fatto, di servire lo Stato e i suoi cittadini, la giustizia e la pace.
Grazie, carissimi, - ha proseguito il presule - per il servizio che prestate a tutti i cittadini, grazie per la vostra coraggiosa opera di pacificazione in Paesi devastati da guerre assurde; grazie per il soccorso che prestate, incuranti dei rischi, a popolazioni colpite da calamità naturali. Espletando il vostro difficile dovere, non di rado vi trovate esposti a pericoli ed a gravosi sacrifici.
Vorrei qui rendere omaggio a tanti vostri commilitoni che hanno pagato con la vita la fedeltà alla loro missione. Dimenticando se stessi, sprezzanti del pericolo, hanno reso alla comunità un impagabile servizio.
Oggi desidero ricordare particolarmente i carabinieri vittime della mafia e del terrorismo che hanno prestato il loro servizio nel territorio dell’arcidiocesi di Monreale”.
Il generale, Riccardo Galletta, comandante della Legione carabinieri Sicilia, dal canto suo ha ringraziato tutte le autorità presenti dal presidente della regione siciliana Nello Musumeci al sindaco di Monreale Piero Capizzi e a tutti i sindaci presenti alle famiglie delle carabinieri caduti che hanno pagato il prezzo della loro vita, a tutti i carabinieri.
“Riappropriarci dei valori – ha detto – La nostra funzione ci porta a contatto con soggetti che si ribellano alle leggi, ma sorge l’esigenza di trovare un punto di riferimento etico che ci induca al rigore, agli obblighi che abbiamo assunto con la Patria e con i cittadini”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna