Santa Rosalia, via la doppia striscia continua: consentito l’ingresso nel quartiere

Oggi i lavori degli operai Anas, dopo un lungo tavolo tecnico

MONREALE, 29 novembre – Sembrano avviarsi a conclusione i disagi dei residenti del quartiere Santa Rosalia, che da circa dieci anni devono fare i conti con la doppia linea continua dipinta sull’asfalto che vieta loro la svolta a sinistra e quindi l’ingresso nella zona residenziale.

Stamattina gli operai dell’Anas hanno provveduto ad eliminare il divieto, consentendo, quindi, a chi proviene da Monreale di effettuare la manovra di svolta e fare ingresso in via Walter Tobagi. Il provvedimento è il frutto di un confronto, andato avanti sottotraccia, tra l’amministrazione comunale e i vertici dell’Anas, che hanno studiato una soluzione per regolamentare e “regolarizzare” una situazione, che, benché cristalizzata, veniva costantemente ignorata e violata da centinaia di utenti ogni giorno.
La doppia linea continua, come Monreale News ha scritto più volte e come i lettori probabilmente ricorderanno, creava una situazione quasi paradossale, per cui chi voleva immettersi nel quartiere di Santa Rosalia, proveniente dalla zona cimitero, non poteva svoltare a sinistra, ma era costretto ad effettuare un lunghissimo percorso ulteriore, proprio a causa della presenza di quella doppia linea di divieto. Allo stesso tempo, chi dalla zona residenziale voleva dirigersi a Pioppo, non poteva farlo, ed era costretto ad effettuare l’inversione di marcia ben più a valle. E numerose erano state le richieste e le proteste dei residenti che avevano organizzato pure delle petizioni.
Adesso le cose cambieranno. Grazie all’apposizione di un’opportuna segnaletica, sia verticale che orizzontale, coadiuvata probabilmente pure da un segnale lampeggiante, chi vorrà recarsi in via Walter Tobagi, provenendo da Monreale potrà farlo, immettendosi quindi nella zona residenziale di Santa Rosalia, dove – lo ricordiamo – vivono stabilmente decine di famiglie per un totale di circa ottocento residenti. Chi viene da Pioppo, invece, non potrà svoltare a destra per Santa Rosalia, ma sarà costretto ad effettuare l’inversione al bivio, qualche decina di metri dopo, a Villa Carolina, in pratica nella zona del cimitero. Il provvedimento riguarda pure il bivio “Riccardo III”, dove varranno le stesse regole.
“Una soluzione per la quale non sembrava che potessero esserci spiragli – spiega soddisfatto il sindaco Piero Capizzi – frutto di un tavolo tecnico, al quale hanno preso parte pure, oltre al sottoscritto, l’architetto Riccardo Cangemi per il Comune e l’ingegneri Salvo Campione e dal dottore Filippo Occhipinti per l’Anas, dal quale è emerso che esistono le condizioni tecniche e giuridiche per consentire l’ingresso nella zona di Santa Rosalia, provenendo da Monreale. Ritengo che possa essere la fine dei disagi per i numerosi residenti del quartiere che per oltre dieci anni sono stati costretti a compiere quotidianamente delle violazioni del codice della strada per poter recarsi a casa propria”.
Esprime soddisfazione pure il consigliere comunale Silvio Terzo, che per tanto tempo ha raccolto le istanze dei residenti ed ha svolto un proficuo lavoro preparatorio a che si potesse pervenire a questa soluzione: “Ringrazio il sindaco e i vertici dell’Anas – ha affermato – per l’impegno e la professionalità profusi e per aver dato un notevole contributo alla risoluzione di un problema che ha creato notevoli e numerose difficoltà ai residenti del quartiere”.

 

Commenti  

#1 Salvi 2017-11-29 22:36
E da veri incoscenti consentire la svolta nella SS186 in una curva a visuale cieca. Come si verificherà il primo incidente mortale si andrà alla ricerca dei responsabili.
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna