Che sia una finale corretta, con agonismo, ma senza violenza

Il presidente del Comitato Regionale Sicilia della Figc, Santino Lo Presti

Appello del presidente del comitato regionale della Figc Santino Lo Presti in vista della finale di playoff di sabato prossimo fra Cus Palermo e Monreale C5

MONREALE, 17 aprile – “Sappiamo che è una finale e quindi una partita molto importante, ma occorre non confondere l’agonismo con la violenza”. Sono parole del presidente del comitato regionale della Sicilia della Figc, Santino Lo Presti a proposito della finale playoff del campionato di serie C1 di calcio a 5, che si disputerà sabato prossimo al PalaCus di via Altofonte fra Cus Palermo e Monreale calcio a 5.

“E’ importante – prosegue il dirigente – che ci sia la capacità e soprattutto la maturità di accettare il risultato, qualunque esso sia e le decisioni degli arbitri, quelle buone e quelle sbagliate, perché sono uomini e possono sbagliare anche loro. Invito i giocatori dell’una e dell’altra parte, ad evitare atteggiamenti eccessivi, tesi ad offendere l’avversario o il pubblico, come le entrate pesanti che possono fare danno, o andare ad esultare sotto le tribune avversarie, perché ci può essere qualcuno che interpreta questi gesti nella maniera sbagliate e più deleteria. Il mio è un invito alla correttezza ed alla maturità”.
“Non posso che condividere le parole del presidente Lo Presti – gli fa eco il delegato regionale del calcio a 5, Maximiliano Birchler – Parole ispirate alla saggezza che mi auguro possano essere recepite in toto dai giocatori in campo e dal pubblico sugli spalti. Questa finale costituisce una bella vetrina per tutto il movimento del calcio a 5 della Sicilia occidentale e deve essere disputata secondo canoni di correttezza e lealtà. Sono certo che le due squadre ne approfitteranno per fare onore allo sport”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna