Giovanni Ferraro “Giuvannineddu” ed il suo negozio alimentari

Un'attività che va avanti da tre generazioni

Scrivere questa favola in memoria di Giovanni Ferraro detto “Giuvannineddu” e raccontare con dovizia di particolari l’epopea del più antico negozio di generi alimentari a Monreale, tocca profondamente le corde del mio vissuto e mi travolge in prima persona perché sono stato troppo legato a questa famiglia monrealese, instancabile nel lavoro e dedita inverosimilmente ai grandi valori della solidarietà e della carità cristiana nell’incontro con il prossimo.

La favola di Andrea Sorrentino, u Picciriddu

L’attività della sua macelleria risale al 1961

Andrea Sorrentino si affaccia nel panorama commerciale delle carnezzerie più rinomate della città di Monreale nel 1961, dopo la scomparsa del padre Calogero detto Totò. Mister Totò, l’ho conosciuto negli anni 60 in via Roma a Monreale, era fratello di Ciccio, padre di Pireddu Sorrentino, e di Giovanni detto U Parchitano, padre di Ciccio Ciacciareddu Sorrentino.

Gesù a cena con un esegeta

Favola fondata su una conversazione surreale

C’incontrammo un venerdì, non so se casualmente, nella mitica Gerusalemme farisaica e volli fortissimamente volli, incontrare Gesù a cena. Riconobbi subito il Maestro ed animato da estrema umiltà e passione infinita di ascoltarlo, mi avvinai esclamando: “Signore mio infinito, oggi venerdì tredici è il mio grande giorno fortunato ed amerei tanto, tantissimo, restare teneramente a cena con te”.