• Prima pagina
  • Parrocchie
  • Altofonte, per i 250 anni della fondazione della parrocchia è indetto l’anno giubilare

Altofonte, per i 250 anni della fondazione della parrocchia è indetto l’anno giubilare

Riceviamo e pubblichiamo...

Carissimi,
in questo anno 2018, per la nostra comunità di Santa Maria d’Altofonte, ricorrono due importanti anniversari: 250 anni dalla fondazione della parrocchia, 280 anni dalla pubblica venerazione del quadro in ardesia raffigurante la Madonna Addolorata.

Al fine di promuovere il rinnovamento spirituale dei fedeli ed incrementare la vita di grazia sarà celebrato un Anno Giubilare affinché, visitando la chiesa parrocchiale di Santa Maria d’Altofonte, i fedeli possano conseguire l’indulgenza plenaria alle solite condizioni, e anche i malati e tutti coloro che siano impossibilitati a partecipare fisicamente possano ugualmente fruire del dono dell’indulgenza plenaria, offrendo le loro sofferenze al Signore o compiendo pratiche di pietà. L’inizio dell’Anno Santo sarà il prossimo 5 aprile, data del 250° anniversario della fondazione della parrocchia, e si concluderà il 5 Aprile 2019.
Durante questo tempo di grazia pregheremo per tutta la comunità, per le famiglie, per i nostri giovani, per gli ammalati, i carcerati; chiederemo al Signore il perdono di tutti i nostri peccati e il desiderio di una vera e profonda conversione per tutti.
Inoltre, al fine di incrementare la devozione alla Vergine Maria, già profondamente radicata nella pietà del popolo di Altofonte, la Parrocchia è stata affiliata alla Basilica di santa Maria Maggiore in Roma, in occasione dei 280 anni dalla pubblica venerazione del quadro in ardesia della Vergine Maria Addolorata, che celebreremo il prossimo 15 settembre.

Per predisporci a vivere bene l’Anno Giubilare, vi invito fin d’ora a partecipare agli esercizi spirituali che si terranno dal 20 al 23 marzo p.v. alle ore 21:00, in Chiesa Madre e saranno predicati da padre Luis Henrique Eloy Esilva, membro della Commissione Biblica in Vaticano, sul tema: “Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me”, (Gal 2,20) Meditazioni sul cammino spirituale di San Paolo), e a non mancare agli appuntamenti della settimana Santa in preparazione alla Santa Pasqua.
Con l’auspicio di incontrarvi numerosi agli impegni che si prospettano, invoco sull’intera comunità di Altofonte la benedizione del Signore, per l’intercessione della Vergine Maria Addolorata, e auguro a tutti buona Pasqua.

* parroco di Santa Maria d'Altofonte

Ottica Nuova Visione
Guardì
Studio Valerio

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna