I bambini del coro della “Novelli” cantano e incantano anche il vescovo

Ieri esibizione a palazzo arcivescovile con l’immancabile “Ninna nanna picciriddu”

MONREALE, 17 maggio – Ieri mattina il coro della scuola Pietro Novelli ha raccolto l'invito al Palazzo Arcivescovile che qualche giorno fa l’arcivescovo Michele Pennisi aveva fatto pervenire alla scuola monrealese.

I già " navigati" piccolo coristi alle 10 in punto si sono presentati sotto le absidi della cattedrale con la loro candida divisa bianca, nella quale troneggia lo stemma della scuola. Stemma che ripropone proprio le absidi per identificarsi in Monreale, la tavola dei colori che fa riferimento " al Monrealese " Pietro Novelli ed ovviamente le note musicali che sono l'indirizzo della scuola.

Il vescovo ha accolto la dirigente Chiara Di Prima, le insegnanti che dirigono il coro Tiziana Termini, Elisa Favaloro e Rosi Giambruno. Il coro ha allietato l'incontro intonando alcuni brani. “Un amico è così" di Laura Pausini, elogio all amicizia della cantante romagnola. “Il segreto del sorriso" eseguito dal coro dell'Antoniano nel 2007, “ Cento passi" e " Pensa" che trattano temi legati alla mafia. L’incontro si è concluso con la perla del coro del Pietro Novelli: la "Ninna nanna picciriddu ", brano eseguito dal coro per la prima volta al Senato della Repubblica il 10 febbraio 2016 in occasione del giorno della memoria in cui si ricordano le vittime delle foibe dell'Istria e della Dalmazia.

Una ninna nanna cantata da un piccolo siciliano ad una giovane vittima delle foibe che come al solito ha commosso i presenti. I piccoli coristi potranno appuntare nel loro diario dei ricordi anche questo incontro, un diario ormai molto ricco che sa di favola.

 

Studio Valerio

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna