Studio Radiologico Gargano

Che festa di studenti oggi in piazza Guglielmo con ‘Tricolore Vivo’

Partecipata la manifestazione organizzata per celebrare i valori della Patria. LE FOTO e IL VIDEO

MONREALE, 20 aprile - Grande successo ha ottenuto stamane la Cerimonia di premiazione del XIII Concorso nazionale “Tricolore Vivo”. Una manifestazione solenne che ha visto la partecipazione di numerose autorità civili, militari e religiose. Protagonisti veri sono stati gli alunni delle scuole di Monreale, Antonio Veneziano, Pietro Novelli, Margherita di Navarra, il Girasole, il liceo Basile e la scuola Francesca Morvillo.

Numerosi gli alunni presenti alla premiazione. Alla manifestazione ha partecipato anche il comandante della legione Carabinieri Sicilia, il generale di brigata Riccardo Galletta, accolto dal sindaco Piero Capizzi e dal comandante del Gruppo Monreale, colonnello Luigi De Simone. Presenti anche il presidente dell’associazione Genitori Sicilia, Sebastiano Maggio, gli assessori Giuseppe Cangemi, Mimmo Gelsomino e Paola Naimi, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Di Verde ed alcuni consiglieri. Presenti anche dirigenti scolastiche Patrizia Roccamatisi e Chiara Di Prima e la vicaria della Morvillo, Antonella Lo Presti.
L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Genitori Sicilia in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e il Comune di Monreale La manifestazione ha preso il via con l’esibizione in Piazza Guglielmo II della Fanfara del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia, subito dopo le autorità e i partecipanti si sono spostati nell’Aula consiliare dove sono intervenuti il sindaco di Monreale Piero Capizzi e il Presidente dell’Associazione Genitori Sicilia Sebastiano Maggio che hanno portato il saluto ed hanno parlato dell’importanza dell’iniziativa che ha l’obiettivo di diffondere, nelle giovani generazioni, l’amore, il rispetto e la dedizione ai simboli e valori fondamentali della Patria

“Monreale - ha ricordato Galletta - vanta il triste primato di una Compagnia che ha subito l’assassinio di due capitani dei carabinieri e di altri agenti. La difesa della Patria come sacra difesa del cittadino, sancito dall’articolo 52 della Costituzione, è una conquista successiva alla Rivoluzione Francese, poiché da quel momento in poi lo Stato non appartiene più al sovrano, ma al popolo. È un dovere che vale per ogni cittadino; in Italia ad esempio la leva non è stata abolita ma sospesa”.
Scopo dell’iniziativa sul Tricolore è quello di trasmettere l’amore, la dedizione e la fedeltà ai valori della Patria. La manifestazione si è conclusa con la premiazione delle scuole vincitrici e la presentazione di tutte quelle partecipanti. Ragazzi, insegnanti ed ospiti hanno assistito all’esecuzione dell’Inno nazionale da parte della Fanfara dei carabinieri.
Gli elaborati che hanno ricevuto il riconoscimento sono stati quelli della scuola dell’infanzia “Il Girasole”, della scuola dell’infanzia della Morvillo e della primaria di Villaciambra, appartenente alla scuola “Margherita di Navarra”.

Una menzione speciale è stata attribuita all’alunna Maria Cecilia Pulvino della classe III A della scuola media Morvillo che ha realizzato un documentario sulla su una testimonianza della Grande Guerra. Gli elaborati premiati parteciperanno al concorso nazionale indetto dal ministero dell’Istruzione in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e l’associazione dei Genitori.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna