• Prima pagina
  • Sport
  • Il Monreale spreca, ma non tradisce: per l’Alcamo non c’è scampo

Il Monreale spreca, ma non tradisce: per l’Alcamo non c’è scampo

7-5 dei biancazzurri che proseguono la corsa al terzo posto in classifica. LE FOTO

MONREALE, 16 marzo – Giriamola così: l’avere sprecato una infinità di occasioni da gol è servito a rendere la partita più viva ed a regalarle suspance. Altrimenti il match si sarebbe concluso ben prima del triplice fischio.

 

Volendosi arrabbiare un po’, invece, possiamo dire che la caterva di gol mangiati avrebbe potuto riaprire un incontro che sembrava già morto e sepolto. Ma tant’è. L’importante era mettersi in tasca tre punti e proseguire la corsa al terzo posto della classifica, in attesa, chissà, di tempi migliori. Contro l’Alcamo è finita 7-5 una partita che il Monreale ha ben giocato contro un avversario tosto e coriaceo, che ha venduto cara la pelle e che ha fatto di tutto per rendere difficile la vita ai padroni di casa.  Match gradevole ed anche applaudito dal pubblico, che, ancora una volta, non ha fatto mancare il proprio sostegno ad una squadra che sta facendo come si deve il proprio compito, conducendo un campionato di vertice, che porterà ai sempre più probabili playoff.


Volendo tirare, solo per un attimo le orecchie alla squadra, va sottolineato che una condotta così sprecona in altre circostanze sarebbe potuta costare cara al Monreale e che se stavolta ciò non è accaduto, non è detto che in altri casi non si possa verificare. Ma oggi, però, va sottolineata la bella prestazione della squadra, che ha espresso un bel gioco e che ha messo a segno gol di pregevole fattura, come difficilmente si vede su questi campi.
Il Monreale è passato in vantaggio all’8’ con Catalano che ha difeso un pallone alla “Ibra” ed ha fatto secco il portiere avversario (Cusenza) oggi davvero bravo.
L’Alcamo è pervenuto al pareggio al 18’ con Ferrara, prima del tap-in vincente di Parisi al 23’ per il momentaneo 2-1. Nel finale di tempo il Monreale perdeva palla banalmente e consentiva a Butera di impattare il risultato. Prima del fischio di metà gara l’Alcamo, addirittura, sprecava la palla del 3-2, quando Giuliano si opponeva alla grande al tiro libero battuto dallo stesso Butera. Nella ripresa il Monreale allungava il passo andavano in rete ancora Catalano, poi Pitarresi (splendido l’assist di Ibra), quindi gli under “terribili” Marchese e Sorrentino. L’Alcamo rialzava la testa con Stellino e Messana (quest’ultimo su calcio di rigore), ma il punto esclamativo lo metteva Michele Palazzotto, con un bellissimo gol al 29’. A tempo scaduto il gol di Stellino serviva solo a rendere meno amaro il passivo per gli alcamesi, ma non cambiava la storia della partita.
Sabato prossimo si va a Pantelleria, per una trasferta insidiosa contro una compagine di fronte alla quale diverse squadre quest’anno ci hanno lasciato le penne. Servirà ancora un grande Monreale, possibilmente più cinico e meno sprecone.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna