Calcio d'altri tempi: la Casa Santa 1949-50

Tante vecchie glorie del calcio monrealese giocavano in quella squadra 

MONREALE, 6 marzo – Storia di un calcio che non c'è più. Fatto di pochi soldi, ma tanta passione. Quando il Conca d'Oro, oggi principale impianto sportivo cittadino, non era nemmeno nei pensieri dei monrealesi.

Quella che presentiamo oggi è la squadra della "Casa Santa" del 1949, quando le partite si giocavano al campo sportivo di allora, che sorgeva sotto piazza Inghilleri, proprio alle spalle dell'attuale Comando di Polizia Municipale.

Chi seguiva le vicende calcistiche di quei tempi va ancora fiero di quella squadra, fatta da giovani monrealesi che rivaleggiavano con avversarie palermitane e di altri paesini limitrofi.

Il campionato di allora era quello "Juniores", ai tempi si chiamava così, ed era guidata da Padre Remigio, che poche persone ricordano oggi. Era lui il presidente onorario della compagine monrealese. Le avversarie principali erano l'Acquasanta e soprattutto la squadra, fa quasi ridere, dei "Sorci Verdi", che in ossequio al proprio nome, sapeva come farli vedere ai propri rivali.

«Quell'anno, eravamo alla fine degli anni '40 – racconta Pino Cosenza, uno dei giocatori più bravi dell'epoca – su 32 partite in calendario perdemmo soltanto due volte, proprio contro i Sorci Verdi».

L'allenatore era il maestro Pino Giambruno, recentemente scomparso, un personaggio che a Monreale non ha certo bisogno di presentazioni, per essere stato maestro elementare ed aver formato decine di generazioni di giovani, oltre che per essere stato per lunghi anni pure consigliere comunale. Gli accompagnatori erano, invece, Ciccio Tusa ed il signor Naimo.

Il capitano era Salvino La Rocca, indimenticata mezzala tutto pepe, così come lo era nella vita. Il portiere, invece, era Angelo Porrovecchio, che le cronache del tempo dipingevano come un giaguaro tra i pali. Ottimo giocatore anche il bomber Pippo Furnari.

Insomma, un calcio pionieristico, che però tante soddisfazioni ha dato agli sportivi monrealesi, in un'epoca in cui non c'era né Sky, né tivvù ed il calcio era solo quello che si guarda va a bordo campo, facendo un tifo sfegatato per il proprio campanile. La storia di Monreale è piena di pagine calcistiche gloriose, che certamente stanno ancora nei cuori degli appassionati. Motivo questo per invitare i protagonisti di queste a fornirci ricordi (racconti, foto) da tirare fuori e farli rivivere.

Saremo lieti di rispolverare queste pagine ingiallite del calcio nostrano e pubblicarle su questo sito.  

Nella foto, da sinistra in piedi: Pino Giambruno, Enzino Rossi, Faro Balsano, Pierino Cassarà, Pierino Leto, Pino Cosenza, Pino Albano. Accosciati: Salvino La Rocca (capitano), Filippo Mirto, Angelo Porrovecchio, Pippo Furnari, Giuseppe Bruno. 

Gallery
{yoogallery src=[/images/stories/gallerie/casasanta49] width=[127] height=[90] style=[lightbox] effect=[fade] spotlight=[0] prefix=[thumb127_] thumb_cache_dir=[thumbs100] thumb_cache_time=[1] load_lightbox=[1] thumb=[rounded] rel=[lightbox[mygallery]] load_lightbox=[1] resize=[1] order=[asc] count=[30]}

Commenti  

#1 Giuseppe Porrovecchio 2015-05-09 04:31
il portiere, in nero, era mio padre Angelo Porrovecchio (1931-2004).
Che bellissimo ricordo - grazie Monreale News!
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna