Scegliamo con le primarie il candidato sindaco di “Insieme per Altofonte”

Salvo Marfia

Riceviamo e pubblichiamo...

Egregio Direttore,
come noto, sabato 1 aprile ad Altofonte si è svolta l’assemblea cittadina di “Insieme per Altofonte”, un evento che ha visto una grandissima partecipazione popolare, molto oltre le aspettative.

Tale adunanza è stata concepita come un momento di confronto “aperto” con la cittadinanza sulle elezioni amministrative ormai prossime, lasciando a tutti in particolare, la possibilità di esprimere valutazioni libere sulle tre ipotesi di candidature in campo: Enzo Di Girolamo, Angela Busellini e Salvo Marfia.
Tale possibilità ha determinato un dibattito molto ricco e variegato riconoscendo a chiunque il diritto di esprimere le proprie valutazioni e preferenze sui tre candidati alla più alta carica, un momento bello e alto, di vera democrazia, che rappresenta un fatto mai avvenuto prima d’ora e di cui vado molto orgoglioso, perché credo in un principio fondamentale: il candidato sindaco devono sceglierlo direttamente e apertamente i cittadini e non più due o tre persone nel chiuso di una stanza. Questo è, fra l’altro, anche lo spirito fondante del partito democratico cui appartengo, il cui statuto nazionale prevede proprio lo strumento delle primarie per la selezione “democratica” della classe dirigente.

All’esito dell’assemblea popolare, essendo emersa una chiara preferenza della cittadinanza nei confronti della mia persona, come già raccontato dal vostro giornale, ho sentito di dover confermare la mia disponibilità a concorrere alle primarie per la candidatura a sindaco, come in tanti mi hanno richiesto negli ultimi tempi. In tal senso, non posso che esprimere la mia più profonda gratitudine, pubblicamente, a tutte le persone che mi hanno spinto a questa scelta.
La coalizione “Insieme per Altofonte”, di cui fa parte il partito democratico, ha indetto dunque le elezioni primarie per domenica 23 aprile e l’assemblea popolare ha confermato questa scelta. Dunque anche io mi sono reso disponibile a concorrere, come già avevano precedentemente fatto gli altri due candidati che sono stati loro per primi, a chiedere primarie “aperte” per consentire ai cittadini di scegliere il candidato o la candidata che preferiscono.

Dopo appena qualche giorno dall’assemblea cittadina, uno dei tre candidati, nella circostanza Enzo Di Girolamo, ha di fatto deciso, di rinunciare a sottoporsi al giudizio popolare e quindi a misurarsi democraticamente con gli altri candidati. Nonostante questo suo improvviso ripensamento, che ha destato sorpresa, io credo che siano in fondo scelte personali e come tali vanno rispettate. Non sarebbe invece rispettabile se qualcuno pensasse di poter far saltare tutto solo perche ci ha ripensato e non vuole più giocare la partita, perché non è sportivo a quel punto andare via portandosi il pallone.
Il partito democratico, la coalizione “Insieme per Altofonte” e l’assemblea popolare hanno fortemente voluto le primarie aperte come strumento per individuare il candidato sindaco, facendolo scegliere direttamente ai cittadini e pertanto non possiamo permetterci assolutamente di tradire questo impegno solenne che abbiamo preso tutti, unanimemente, nei confronti del popolo ed approfittando dello spazio che gentilmente mi concedete, faccio un appello sentito alla candidata Angela Busellini, persona seria di cui ho grande stima, affinchè pubblicamente a breve confermi, come tutti si attendono, la sua volontà di partecipare alle primarie, quelle stesse primarie soprattutto da lei sempre e fortemente volute, gliene do atto, mantenendosi all’interno del progetto politico che in questi mesi, con grande lavoro e fatica, abbiamo insieme individuato e definito, anche per non deludere tutte quelle persone che credono il lei ed alle quali ha già chiesto un sostegno per la campagna delle primarie già fissate per domenica 23 aprile.

Rispetto invece ad alcune eventuali ed improvvise tentazioni di porsi al di fuori del percorso politico democratico che abbiamo tutti insieme definito, in un’ottica inclusiva e di dialogo, per non lasciare fuori nessuno, nel pieno rispetto di quella “unità” che tutti abbiamo invocato e dimostrato di fronte all’assemblea cittadina non più di qualche giorno fa, scegliendo le primarie come esclusivo strumento di unità della coalizione, nel pieno rispetto degli organismi dirigenti, chiederò al Segretario provinciale del partito democratico di Palermo, Carmelo Miceli, un incontro alla presenza di tutti i soggetti interessati, per gli opportuni confronti e chiarimenti per ricondurre il tutto in piena coerenza rispetto al percorso politico già definito anche in sede di partito.

 

* candidato sindaco alle primarie della coalizione e “Insieme per Altofonte” e dirigente provinciale del Partito Democratico

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna