Villagrazia, i cani dei carabinieri scovano una piantagione di canapa indica: arrestato 55enne

Le piante avevano raggiunto l’altezza di due metri e mezzo

PALERMO, 1 ottobre - Sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Palermo Piazza Verdi a scoprire l’ultima in ordine temporale, di una lunga serie di piantagioni di canapa indica in città. In particolare, nella tarda mattinata di ieri, i militari stavano effettuando un servizio di contrasto al mercato degli stupefacenti, quando sono giunti nella zona tra Villagrazia ed Altofonte, area spesso adibita, alla coltivazione di marijuana.

Coltivava 675 piantine di marijuana, arrestato 51enne di Altofonte

La coltivazione in una casa di Cinisi, dove era stato praticato pure un allaccio abusivo di energia elettrica

PARTINICO, 11 aprile - Gli agenti del commissariato di Partinico hanno arrestato Salvatore Vassallo, 51 anni di Altofonte, accusato di coltivazione di droga. Nell'abitazione a Cinisi, in contrada San Giovanni, i poliziotti hanno trovato 675 piante di marijuana.

Altofonte, dure condanne agli estortori di un imprenditore locale

16 anni per Salvatore Raccuglia, 6 anni e mezzo per Giuseppe Serbino, 8 per Salvatore La Barbera

ALTOFONTE, 28 febbraio - Meno di un anno fa l’arresto in flagranza, oggi le condanne a sedici anni per Salvatore Raccuglia, sei anni e sei mesi per Giuseppe Serbino e otto anni per Salvatore La Barbera, nel processo agli estorsori di un imprenditore di Altofonte, supportato e assistito da Addiopizzo, con cui si è costituito parte civile.

Altofonte, quattro palermitani stavano svaligiando un garage: i carabinieri li arrestano

Tre di loro sono già stati condannati a due anni di reclusione, un quarto ad un anno e dieci mesi e 20 giorni

ALTOFONTE, 24 febbraio – Avevano trovato “una miniera”, ma i loro piani sono andati in fumo grazie alla solerzia di due carabinieri che, liberi dal servizio, li hanno intercettati e pedinati. Si tratta di Andrea Colombo, ventottenne, Nicola Spinnato, quarantaseienne, Luca Castiglia, ventiseienne e Vincenzo Oliva, ventiquattrenne, tutti palermitani e accusati di furto aggravato in concorso.

Pizzo ad Altofonte, il pm chiede pene pesanti per tre presunti taglieggiatori

Vittima un imprenditore locale che ha deciso di denunciare. L’inchiesta da un filone derivante dall’operazione “Quattropuntozero”.

PALERMO,19 gennaio – Il pm Dario Scaletta ha chiesto la condanna a 18 anni per Salvatore Raccuglia, 12 anni per Salvatore La Barbera e 10 anni per Giuseppe Serbino accusati di associazione mafiosa ed estorsione aggravata a un imprenditore di Altofonte. Ha scelto il rito abbreviato Andrea Di Matteo (il processo comincerà il 9 aprile davanti alla terza sezione del Tribunale di Palermo). Si è costituto parte civile il Centro Pio La Torre con l’assistenza dell’avvocato Anna Tirrito.

Altofonte, accusato di usura, a giudizio un macellaio

Avrebbe prestato 70.000 euro ad un imprenditore caduto in bassa fortuna

PALERMO, 18 gennaio – Il Gup di Palermo, Roberto Riggio ha rinviato a giudizio con l’accusa di usura il macellaio altofontino Domenico Bruno. A questi viene contestato il reato a seguito del prestito di 70.000 euro erogato ad un imprenditore, anch’egli di Altofonte, che era caduto in bassa fortuna.

Adescava una bambina in chat, a giudizio 62enne di Altofonte

Dovrà rispondere di adescamento di minori, detenzione e cessione di materiale pedopornografico

PALERMO, 20 dicembre – Un sessantaduenne di Altofonte, ex operaio Fiat di Termini Imerese, adesso disoccupato, è stato rinviato a giudizio dal Gup, Nicola Aiello perché avrebbe inviato foto di se stesso nudo nella chat privata del profilo Facebook di una bambina di 11 anni, convincendola a fare lo stesso. Il sessantaduenne, G.D.R. dovrà rispondere di adescamento di minori, detenzione e cessione di materiale pedopornografico.

Altofonte, nascondeva marijuana in casa, arrestato 23enne palermitano

L’operazione condotta con l’ausilio dell’Unità Cinofila

ALTOFONTE, 17 settembre – I carabinieri della Stazione di Altofonte, coadiuvati dal Nucleo Carabinieri Cinofili di Palermo Villagrazia, durante un servizio volto alla repressione del fenomeno di spaccio di sostanze stupefacenti, hanno portato all’arresto di un giovane ventitrenne palermitano, D.C.A.

Altofonte, la Cassazione annulla la condanna per Rino Lo Nigro

Il burocrate altofontino non dovrà risarcire la Regione con 143 mila euro

PALERMO, 27 aprile – Non dovrà risarcire la Regione con 143 mila euro, né subirà la confisca dei beni per 93 mila il burocrate altofontino, Gaspare “Rino” Lo Nigro per quel che riguarda la vicenda della presunta mancanza di titoli per ricoprire ruoli dirigenziali nell’ambito dell’amministrazione regionale

Altofonte, la Guardia di Finanza confisca la società di Andrea Di Matteo

Il valore ammonta a circa di 4,5 milioni di euro

ALTOFONTE, 7 marzo – I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo hanno sottoposto a confisca una società operante nel settore degli scavi e delle costruzioni con sede ad Altofonte, riconducibile a Andrea Di Matteo, del valore di circa 4,5 milioni di euro. Il provvedimento è stato disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, a conclusione dell’iter successivo al sequestro operato nei confronti dell’interessato nel 2014.

Non commisero il furto, scagionati i tre monrealesi che stavano scassinando il distributore Tamoil ad Altofonte

Per loro solo un “danneggiamento”, peraltro già depennato dal governo

ALTOFONTE, 21 dicembre –I carabinieri del nucleo radiomobile di Monreale hanno arrestato tre monrealesi. Si tratta di Ivan e Giovanni Caravello, rispettivamente di 21 e 34 anni, e di Davide Schiera, ventiseienne. I due Caravello sono colti noti alle Forze dell’ordine, Schiera, invece, è incensurato.

Un imprenditore denuncia, smantellata la cosca del pizzo ad Altofonte

Quattro gli ordini di custodia cautelare emessi dalla Procura di Palermo. LE FOTO e IL VIDEO

ALTOFONTE, 22 maggio – Martedì scorso, i carabinieri del Gruppo di Monreale hanno dato esecuzione al fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, nei confronti di Salvatore Raccuglia, indagato in ordine ai reati di associazione di tipo mafioso ed estorsione aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso ai danni di un imprenditore di Altofonte.

Altofonte, stretta dei carabinieri sui venditori ambulanti: sequestrati 300 chili di frutta e 12 di pesce

Sanzioni per circa 1.200 euro. La merce donata in beneficienza alla Caritas diocesana

ALTOFONTE, 18 marzo - Nella mattinata di ieri i carabinieri della Compagnia di Monreale, unitamente a personale della Polizia Municipale di Altofonte, nel corso di un servizio coordinato finalizzato al contrasto della vendita abusiva sul suolo pubblico, hanno proceduto a serrati controlli nel centro cittadino di Altofonte.

Truffe e ricettazione di assegni, i carabinieri di Monreale arrestano sette persone: c'è anche un altofontino

L’operazione è denominata “Postal Market”. Numerose le attività illecite smascherate. LE FOTO

MONREALE, 30 gennaio – Questa notte i carabinieri del Nucleo Investigativo di Monreale hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Gip di Palermo Marco Gaeta su richiesta dei Sostituti Procuratori della Repubblica di Palermo - Renza Cescon e Daniele Sansone nei confronti di sette persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione di assegni, alla truffa ed al falso.

Stavano scassinando una macchinetta di un distributore di benzina, in manette tre monrealesi

Sono stati sorpresi dai carabinieri sulla Palermo-Sciacca all’altezza di Altofonte

ALTOFONTE, 21 dicembre –I carabinieri del nucleo radiomobile di Monreale hanno arrestato tre monrealesi. Si tratta di Ivan e Giovanni Caravello, rispettivamente di 21 e 34 anni, e di Davide Schiera, ventiseienne. I due Caravello sono colti noti alle Forze dell’ordine, Schiera, invece, è incensurato.

  • 1
  • 2