Altofonte, piantagione indoor e corrente a scrocco: arrestato 26enne del luogo

30 piante di marijuana, alte più di un metro e mezzo. Disposto l'obbligo di dimora

ALTOFONTE, 18 luglio – I carabinieri della Compagnia di Monreale, durante un servizio antidroga, hanno tratto in arresto, con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica, Gaspare Simone Raccuglia, 26enne di Altofonte, già noto alle forze dell’ordine.

I militari nel corso di una perquisizione operata presso una casa disabitata di sua proprietà hanno rinvenuto una coltivazione di marijuana. Sono state trovate trenta piante alte più di un metro e mezzo, 70 grammi di germogli di marijuana preparati per la coltivazione e circa un chilo di marijuana già essiccata.
La piantagione era dotata di impianti di riscaldamento e ventilazione necessari per la coltivazione dello stupefacente ed alimentate, come accertato anche da successivo intervento di tecnici, con un allaccio abusivo alla rete pubblica.
Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, debitamente repertato e trasmesso al laboratorio analisi sostanze stupefacenti del Comando Provinciale per le analisi di rito.
Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto e disposto per l’uomo la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Altofonte.

 

Studio Valerio
Trapani fratelli
Ottica Nuova Visione