• Prima pagina
  • Sport
  • L’altofontino Totò Di Matteo vince ancora il titolo di capocannoniere di Coppa Italia calcio a 5 Polizie Municipali

L’altofontino Totò Di Matteo vince ancora il titolo di capocannoniere di Coppa Italia calcio a 5 Polizie Municipali

Sempre sugli scudi l’atleta parchitano. LE FOTO

ALTOFONTE, 12 novembre - Con otto reti, precedendo Francesco Bonanni del Montesilvano che ne ha realizzate sei, il parchitano Totò di Matteo ancora una volta vince il titolo di capocannoniere di Coppa Italia di calcio a 5 giocata dalle rappresentative delle Polizie Municipali.

La VI edizione manifestazione, alla quale si sono qualificate le prime otto squadre piazzate ai recenti Campionati Italiani, si è svolta al Palaroma Montesilvano, Di Matteo ha partecipato con il G.S. Città Metropolitana di Palermo che è stato ripescato per l’assenza delle formazioni Bari e Genova.
Le otto partecipanti hanno composto due gironi: i palermitani hanno affrontato il Pesaro, Montesilvano e Andria, nell’altro girone hanno giocato Torino, Castellammare di Stabia e Torre del Greco.

Nel primo incontro, nel quale Di Matteo ha segnato due reti, il G.S. Città Metropolitana di Palermo dopo un buon primo tempo concluso sul 2-2 ha ceduto, al Montesilvano, nella ripresa per 9-3.

Nel secondo incontro i siciliani sono stati sconfitti 4-1 dal Pesaro, la rete della il G.S. Città Metropolitana di Palermo è stata realizzata dal “solito” Totò Di Matteo, nel primo tempo finito in parità sull’ 1-1.

La terza partita vinta, dominando, per 6-2 con 5 reti di Totò di Matteo, contro l’Andria, ha permesso alla compagine palermitana di qualificarsi come terza alla finale di coppa dell’amicizia, e a Di Matteo di vincere il titolo di capocannoniere della manifestazione.

La finale del torneo dell'Amicizia giocata contro Torre del Greco, si è conclusa nei tempi regolamentari 2-2 (con Totò Di Matteo, autore delle due reti, ancora re dei bomber) il G.S. Città Metropolitana di Palermo si è aggiudicato il trofeo poi ai rigori grazie due parate del portiere Eligio Scorsone (che ha dedica in lacrime la prestazione al papà scomparso appena due settimane addietro), nell’occasione per i palermitani hanno battuto i rigori Alessandro Anselmo e Tommaso Buccheri . La compagine palermitana è stata premiata anche con la Coppa disciplina a dimostrazione della correttezza mostrata.

La rappresentativa del G.S. Città Metropolitana di Palermo che ha portato a casa i due importanti trofei è stata composta da: Totò Di Matteo, Eligio Scorsone,Tommaso Buccheri, Alessandro Anselmo, Gianluca Messina,Giuseppe D'Amico (Pescara ), Cesare Macciola (Pescara), Antonio Bianchi (Crotone).

Per la cronaca la Coppa Italia delle rappresentative delle Polizie Municipali è stata vinta in finale ai rigori dal Pesaro che ha battuto il Castellammare di Stabia, anche il terzo posto è stato aggiudicato ai rigori con il Torino che ha avuto la meglio sul Montesilvano.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna