Alessio Terrasi e Vincenzo Agnello tra i top del 'Campaccio'

Anche Ivan Antibo e Simona Vassallo correranno nel 2019 con i colori di società toscane

LEGNANO, 7 gennaio – Ieri si é corsa a Legnano la 62esima edizione del Campaccio, gara internazionale di cross che vedeva alla partenza i più forti atleti italiani, e atleti provenienti da Uganda, Etiopia, Nuova Zelanda, Inghilterra, Repubblica Ceca.

Un percorso di 2 km da percorrere 5 volte. Gara partita subito a buoni ritmi, dove gli atleti italiani hanno provato a tenere testa ai forti stranieri. Nello strappo iniziale i due atleti siciliani Alessio Terrasi e Vincenzo Agnello , allenati da Tommaso Ticali, e compagni di allenamenti, si sono inseriti in un gruppo composto da una decina di atleti posizionato a ridosso dei battistrada , con Vincenzo Agnello che precedeva Alessio Terrasi. Nel corso dei successivi giri gli atleti africani hanno preso decisamente il comando della gara, sfilacciando il gruppo e contendosi l'ambito primato, lasciando all'italiano Yeman Crippa, bronzo agli europei dall'anno passato, la quarta piazza. Terrasi, al terzo giro ha rotto gli indugi ed sciolto la sua corsa, aumentando il proprio ritmo, non seguito da Agnello che ha cercato di finire la gara con il suo passo. L'alfiere del GP PARCO alpi apuane, Terrasi, é riuscito a superare alcuni atleti ed a presentarsi al traguardo in 18esima posizione. Un buon risultato in questi primi giorni del 2019, che potrebbe vedere un Alessio Terrasi guadagnare posizioni di merito nel panorama dell'atletica italiana.

Dalla Toscana arriva anche la notizia che il giovane parchitano Ivan Antibo classe 2001, che porta un cognome garanzia nell'atletica mondiale grazie allo zio Totò Antibo, andrà a fare compagnia ad Alessio Terrasi al Parco Alpi Apuane, una delle migliori società italiane. Mentre l’altra forte atleta parchitana Simona Vassallo difenderà i colori della squadra Toscana del Lammari, nel 2018 seconda società femminile a livello nazionale.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna