Altofonte, successo di pubblico ieri sera per la proiezione del film di Pif

L’iniziativa rientra fra quelle volute da Addiopizzo per sensibilizzare ad una cultura antiracket

ALTOFONTE, 24 novembre – Alla presenza degli alti gradi dei carabinieri, della Polizia di Stato della Guardia di Finanza, di autorevoli esponenti della magistratura e delle autorità politiche locali che hanno voluto testimoniare la presenza della stato nel territorio, ieri sera in occasione della proiezione del film di Pif “La mafia uccide solo d’estate”, il salone della Parrocchia Santa Maria ha registrato il pienone.

Segno di interesse e sensibilità degli altofontini per la questione della legalità. L’appuntamento fa parte delle iniziative di “Strada della denuncia Altofonte”, in programma dal 20 novembre, fino a domani, che rientrano nell’attività di Addiopizzo di sensibilizzazione, prevenzione e contrasto al racket delle estorsioni, anche nel territorio di Altofonte, per estendere in maniera più diffusa la rete di consumo critico degli operatori economici che si oppongono alle estorsioni e offrire supporto a coloro che ancora adesso vivono stretti dalla morsa del racket.
Prima della proiezione del film-capolavoro sono intervenuti gli esponenti di Addiopizzo che hanno raccontato le loro esperienze e parlato delle iniziative dell’associazione anche nei comuni della provincia, il regista, autore ed attore Pif che anche con ironia, accattivandosi la simpatia del pubblico, ha parlato del film. L’importante l’intervento del procuratore aggiunto di Palermo Salvatore De Luca ha evidenziato che nonostante i tanti arresti che possono lasciare pensare ad una sconfitta, l’organizzazione mafiosa è sempre forte e attiva. La proiezione del film del 2013 che molti presenti avevano già visto più volte, ha coinvolto, come nella prima visione, il numeroso pubblico che ha applaudito intensamente durante lo scorrimento dei titoli di coda.
Al momento dei saluti finali gli esponenti di Addiopizzo hanno mostrato il loro apprezzamento per la numerosa partecipazione dei parchitani e per la sensibilità mostrata.
Dopo il successo dell’iniziativa che ha incassato nei giorni scorsi, in incontri molto partecipati, anche l’interesse gli alunni delle scuola altofontina, sabato 25 i volontari dell’associazione Addiopizzo attraverseranno le principali strade di Altofonte per sensibilizzare commercianti e cittadini sui temi della denuncia e del consumo critico, alle 18 nella chiesa della Parrocchia Santa Maria di Altofonte ricordando la forte affermazione di Papa Francesco: “I mafiosi sono scomunicati” sarà celebrata la Santa Messa con la partecipazione dei volontari dell’associazione.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna