• Prima pagina
  • Sport
  • Il Real Parco ritorna alla vittoria dopo una grande rimonta: Polisportiva Futura ko

Il Real Parco ritorna alla vittoria dopo una grande rimonta: Polisportiva Futura ko

Vincenzo Madonia, autore di tre gol

La formazione altofontina rimane in gioco per la permanenza in serie B

ALTOFONTE, 21 gennaio – Magnifico spettacolo di calcio a 5 quello visto ieri pomeriggio al PalaCanino di Altofonte dove il Real Parco e la Polisportiva Futura hanno giocato un incontro molto acceso agonisticamente e ricco di emozioni. Alla fine, ha vinto il Real Parco in rimonta, ridando speranze al proprio campionato.

Per la formazione di Altofonte la posta in palio era altissima, da troppo tempo mancava la vittoria e soprattutto una prova che non lasciasse punti interrogativi sulla forza della squadra che aveva alternato nel girone di andata momenti di ottimo calcio con altri di smarrimento che alla fine ha segnato in più occasioni in negativo il risultato finale. Finalmente i tanti tifosi che hanno sostenuto la squadra hanno avuto anche modo di vedere in campo senza rimanere delusi “Pitu” lo spagnolo appena arrivato nel mercato invernale.

La partita nel primo tempo ha vissuto lunghi momenti di studio: le due squadre hanno atteso le mosse degli avversari non rischiando molto. Pitu, sino a quando la condizione di forma l’ha sostenuto, è sembrato un allenatore in campo che aiutava mister Mosca ad organizzare la squadra, il nuovo arrivato non molto prestante fisicamente è dotato di grande tecnica e senso della posizione e sicuramente sarà utile alla causa parchitana. Nella prima frazione si sono segnati pochi episodi da rete, spesso la tensione nervosa ha avuto la meglio sul calcio giocato, tanti sono stati i confronti verbali tra Madonia capitano dei parchitani e il direttore di gara. Nel finale del primo tempo spesso la gara è stata più volte interrotta per episodi di nervosismo derivanti da falli gratuiti, al 17’ mister Mosca, solitamente pacato, è stato allontanato dal campo per proteste e Prestigiacomo è stato ammonito quando era seduto in panchina.
La ripresa è iniziata a reti inviolate. Al 2’, per coincidenza, come spesso è successo in questo campionato il Real Parco ha subito ancora un’autorete che ha rotto l’equilibrio in campo. La Polisportiva Futura, dopo il casuale vantaggio, capendo il momento di difficoltà dei locali ha lasciato le fasi di studio ed ha impresso ritmo alla partita provando a raddoppiare con un tiro dalla distanza che ha impegnato severamente Latino. Al 5’ in un momento di sbandamento degli altofontini gli ospiti raddoppiano con Martino protagonista dei suoi insieme allo spagnolo Caminero e Richichi. Quando tutto sembra perduto e che il copione di tanti altri incontri persi nella ripresa si stia ripetendo, al 7’, Turi Prestigiacomo fa capire che ancora ha molto da dare e avventandosi come un fulmine sulla palla, dimezza le distanze, facendo esplodere il boato del pubblico. Dopo due minuti anche la sfortuna abbandona i parchitani, un tiro del solito Prestigiacomo deviato si insacca, oltre il risultato si equilibra anche il numero di autoreti nell’incontro.

Il PalaCanino diventa una bolgia, il pubblico ci crede, al 10’ avviene il sorpasso, Vincenzo Madonia tira fuori il capolavoro balistico della giornata e segna con semigirata al volo, è l’apoteosi. Dopo un minuto un infortunio fa temere per il ginocchio di Piero Mannino che lascia momentaneamente il campo. Madonia ad un minuto dal suo capolavoro si ripete, vedendo la rete scoperta indirizza da lontanissimo la palla dentro la porta calabrese, segnando il 4-2.
La Polisportiva Futura tenta l’impossibile ed attacca a testa bassa sbilanciandosi, il Real Parco prova a segnare ancora su contropiede. Al 6’ Tuve viene espulso per doppia ammonizione. I calabresi in superiorità numerica provano a rientrare in partita impegnando Latino. La parità numerica si ristabilisce, anche Caminero leader dei calabresi viene espulso, le squadre giocano in 4. Gli spazi in campo premiano gli ospiti che accorciano con Richichi che segna di punta la più classica delle reti nel calcio a 5. Vincenzo Madonia diventa il protagonista assoluto della partita riesce a segnare in precario equilibrio la sua terza rete, ritorna di due reti il vantaggio del Real Parco.
Al 19’ Martino accorciando ancora le distanze e segnando il 5-4, riapre ancora l’incontro sfruttando un disattenzione difensiva. L’ultimo minuto della partita sembra non finire mai la tensione sugli spalti si taglia con un coltello, solo a 4” dalla fine il Real Parco capisce che è vittoria. Il claudicante Mannino segna a porta scoperta il 6-4 che riporta i parchitani al successo.
La giornata di ieri ha permesso al Real Parco di agganciare in classifica il Mascalucia battuto dal Real Cefalù, rimane di 3 punti il distacco dal Catania altra coinvolta nella lotta per non retrocedere, gli etnei che nelle ultime settimane si sono rinforzati nel mercato di riparazione hanno battuto la Farmacia Centrale Paola.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna