Altofonte, sostegno della Lega alla battaglia per conservare la gestione comunale del servizio idrico

Un momento della manifestazione

E’ stato annunciato al sindaco nel corso della raccolta dei giocattoli da donare ai bambini ricoverati nel reparto oncologico dell’Ospedale dei Bambini di Palermo

ALTOFONTE, 12 luglio – La gestione dell’acqua resti ad Altofonte. Lo ha sostenuto ieri la Lega In occasione della raccolta dei giocattoli da donare al reparto oncologico dell’ospedale dei Bambini di Palermo, organizzata con successo dalla Lega Giovani, che si è svolta ieri pomeriggio ad Altofonte in piazza Falcone e Borsellino alla presenza di Pino Pipitone, commissario cittadino della Lega, Alessandro Anello responsabile provinciale e consigliere comunale a Palermo, Elisabetta Luparello responsabile provinciale Lega Giovani ed Alessio La Barbera responsabile cittadino Lega Giovani.

Gli esponenti politici del partito hanno annunciato ufficialmente al sindaco De Luca, che ha visitato i gazebo, che sosterranno, sia localmente ed in altre sedi, la battaglia che i cittadini di Altofonte stanno portando avanti per la salvaguardia della gestione comunale del servizio idrico. A fine iniziativa la posizione del partito è stata resa pubblica con un comunicato stampa.
“La battaglia per l’acqua non può avere colori politici – si legge – Vogliono cancellare la nostra identità, la nostra storia, il nostro patrimonio culturale. La battaglia intrapresa per tutelare la gestione comunale della nostra sorgente Santa Maria sarà dura, ma la mobilitazione popolare e la volontà unanime di salvaguardare il nostro servizio idrico dall'espropriazione che il Sindaco Orlando vorrebbe portare a termine a scadenza del suo mandato, non permetterà questo atto illegale. Pertanto la Lega ad Altofonte come gruppo politico sarà pronta a scendere in piazza e a sostenere l'amministrazione comunale contro qualunque strumentalizzazione, laddove l'obiettivo comune sia quello di salvaguardare la nostra acqua e il nostro territorio”.