• Prima pagina
  • Sport
  • Altofonte, ieri il “Gala dello Sport” nel ricordo di Tarcisio Catanese

Altofonte, ieri il “Gala dello Sport” nel ricordo di Tarcisio Catanese

Piazza gremita per i riconoscimenti ad atleti e dirigenti. Oggi la processione di Sant’Anna. LE FOTO

ALTOFONTE, 26 luglio – In una piazza Falcone e Borsellino gremita di gente, in una serata gradevole ed allegra, ieri Altofonte ha voluto tributare l’omaggio della cittadinanza alle eccellenze dello sport locale, a quelle espressioni dello sport altofontino, cioè, che tanto lustro hanno dato alla cittadina, contribuendo a tenere alto il nome del comune parchitano, non soltanto nell’ambito locale, ma allargandone i confini del prestigio su scala internazionale.

“Il gala dello sport” è stato inserito nell’ambito del festeggiamenti in onore di Sant’Anna, patrona della cittadina, che oggi vivranno il loro giorno culmine con la tradizionale processione per le vie del paese. La serata è stata simpaticamente presentata da Fabio Effettivo, abilissimo ad intrattenere il pubblico ed allietata dai bravissimi musicisti della “Skylark band”, davvero puntuali nell’esibire un repertorio ricco e coinvolgente e dalla voce potente del tenore Ciccio Sorrentino. Presente l’amministrazione comunale, capitanata dal sindaco Angelina De Luca con accanto le “quote rosa” Francesca Ciaccio, Patrizia Antibo e Annalisa Marfia e l’assessore Francesco Amato.

Assente giustificato, invece, il grande Totò Antibo, uomo immagine dello sport altofontino nel mondo, le cui grandi imprese non sono state dimenticate, né potranno mai esserlo, impegnato come testimonial al “Giro podistico di Castelbuono”. L’appaluso della piazza però, mentre venivano elencati i suoi grandi trascorsi, è valso più di mille discorsi.

In un panorama di festa e di allegria, non poteva mancare però, il momento di grande emozione, quando Totò Di Matteo, l’uomo che allontana il peso degli anni a suon di gol nel mondo del calcio a 5, ha voluto dedicare il suo riconoscimento all’indimenticato ed indimenticabile Tarcisio Catanese, centrocampista del grande Parma di Nevio Scala, scomparso nel marzo scorso a causa di un malore improvviso. Tutta la piazza si è alzata in piedi, tributandogli un lungo e caloroso applauso.

Oltre che a Totò Antibo, i riconoscimenti sono andati agli atleti azzurri Silvia La Barbera (ottima mezzofondista) e Yuri Floriani, quest’ultimo due volte finalista alle Olimpiadi nei 3.000 siepi, a Totò Di Matteo, capocannoniere della nazionale italiana della Polizia Municipale, al Real Parco del presidente Giuseppe Bertolino, che ha ottenuto una storica promozione in serie B di calcio a 5, alla Sala Volley, che ha vinto il campionato di Seconda Divisione, alla Marathon Altofonte, grande protagonista in tutti gli appuntamenti podistici della Sicilia e non solo, ad Alessio Terrasi, mezzofondista emergente nel panorama nazionale, Antonella Di Carlo, figura di spicco del trail siciliano, Alice Mammina della quale forse un giorno sentiremo parlare nella specialità dei 3.000 siepi, Antonino Lucia, ciclista in erba di soli 8 anni e mezzo, che sogna di sprintare come Mark Cavendish, ai ballerini Giuseppe ed Emanuela Giustore, vincitori del campionato mondiale, Giusi Causa, vincitrice del campionato italiano di cheerdance nel freestyle dance team a squadre ad Anna Castellese e Salvatore Acquaviva, recenti trionfatori al campionato italiano di danza sportiva che si è disputato a Rimini ed infine ad Alberto Blandano, Katrine Romeo, Gabriele Terranova, Sabrina Terranova, Noemi Floriani, per la loro partecipazione al campionato regionale di danze latine.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna