• Prima pagina
  • Cronaca
  • Politica
  • Altofonte, l’assessore Pandolfo annuncia: “Se il Consiglio comunale giovedì dirà sì, riduzioni delle tariffe Tari del 10%”

Altofonte, l’assessore Pandolfo annuncia: “Se il Consiglio comunale giovedì dirà sì, riduzioni delle tariffe Tari del 10%”

L'assessore Gaspare Pandolfo

La Tari 2017 potrebbe costare circa 150.000 euro in meno rispetto al 2016

ALTOFONTE, 26 marzo - La Tari 2017 costerà circa 150.000 euro in meno rispetto allo scorso anno se giovedì prossimo approverà il piano finanziario 2017. Lo rende noto l’assessore ai Servizi Ambientali del Comune di Altofonte, Gaspare Pandolfo.

Il risparmio per i cittadini parchitani è di circa il 10%, una cifra che lo steso assessore giudica “non tanto ma è un buon inizio considerato che questo risparmio sarà strutturale in quanto è dovuto unicamente ai vantaggi della raccolta differenziata avviata su tutto il territorio soltanto dallo scorso agosto 2016, quindi meno di un anno fa”.
Pandolfo parla di “risultato eccezionale” considerato che ad oggi la raccolta differenziata ha interessato soltanto plastica, carta, cartone, vetro e alluminio. Il vantaggio dovrebbe essere più evidente quando sarà effettuata efficacemente la raccolta della frazione organica (resti di cibo). La percentuale di raccolta differenziata aumenterà e conseguentemente e riducendosi pertanto i conferimenti in discarica, si ridurrà anche il costo.

“A tale riduzione – dice ancora Pandolfo – dovrà successivamente aggiungersi, ed anch’essa sarà strutturale, quella legata al ribasso di gara, che verrà riconosciuto dalla ditta che si aggiudicherà a breve la gara inerente il servizio settennale di raccolta dei rifiuti. A tal proposito, nelle more che si concludano tali operazioni da parte dell’UREGA, previste per il prossimo mese di giugno, l’amministrazione comunale ha voluto, con determinazione, anticipare alcuni servizi che sarebbero partiti soltanto con il sopracitato affidamento settennale. Questi servizi, sono stati resi possibili anche grazie all’ultimo incremento orario riconosciuto ai 15 lavoratori impiegati nel servizio, che in questi ultimi due anni, oltre la serenità di aver mantenuto il proprio posto di lavoro, hanno potuto godere di una retribuzione non solo correlata alla loro vecchia qualifica e anzianità di servizio ereditata dall’ ATO, da cui provenivano dopo il fallimento, ma anche dalla puntualità nell’erogazione, a dimostrazione che quando i Comuni sono solidi finanziariamente ed hanno i conti in ordine riescono ad adempiere alle proprie obbligazioni senza ritardi.

Tornando ai servizi aggiuntivi – prosegue l’assessore – tra questi, l’estensione del servizio “porta a porta” a circa 4000 utenze, lo spazzamento periodico di alcune zone periferiche oltre il consueto spazzamento giornaliero del centro storico e delle scuole, il decespugliamento di alcuni tratti , il ritiro a domicilio il sabato mattina degli ingombranti, il comodato d’uso gratuito dei bidoni carrellati per i condomini, un servizio giornaliero consono alle esigenze delle utenze non domestiche ( commercianti) , ma soprattutto dal primo Maggio 2017 verrà avviata la raccolta differenziata della frazione organica. Infatti, nel mese di Aprile 2017 verranno distribuiti a tutti gli utenti, i sottolavelli ( bidoni adatti per la frazione organica), i sacchetti biodegradabili, i sacchetti gialli per la plastica, quelli blu per carta e cartone, un depliant illustrativo della tipologia di rifiuto e il nuovo calendario settimanale, nel quale verrà mantenuto il martedì per la plastica e il giovedì per carta e cartone.

Questa era la visione che avevo quando mi sono insediato in qualità di Assessore con delega ai rifiuti, tutela dei lavoratori, un servizio efficace ed efficiente, ed un costo pressoché stabile nel tempo che possa solo diminuire, con la collaborazione di tutti i cittadini, e non aumentare per volontà di chi ci governa a livello regionale con scelte diseconomiche per il nostro Comune. Pertanto l’appuntamento è per giovedì alle ore 10.30, data in cui il Consiglio dovrà esprimersi anche su una proposta di modifica al regolamento IUC, in quanto ho dato indirizzo agli uffici preposti di redigere una proposta di modifica al regolamento per l’introduzione di una quarta rata per la TARI anziché essere tre come lo scorso anno, in cui la terza è stata troppo onerosa”.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH