Mafia, processo “Pizzo”: due condanne e due assoluzioni

Otto anni e otto mesi a Raimondo Liotta: avrebbe occultato il cadavere di Giuseppe Billitteri

PALERMO, 17 gennaio – Due condanne e due assoluzioni, si è concluso così il rito abbreviato del processo “Pizzo” contro la mafia di Camporeale e Montelepre. Sul banco degli imputati Raimondo Liotta, al quale sono stati inflitti otto anni e 8 mesi di reclusione, Vincenzo Carlo Lombardo, 5 anni, Giuseppe Tarantino e Giuseppe Di Bella che sono stati assolti: Tarantino «per non aver commesso il fatto» e Di Bella «perché il fatto non sussiste».

Camporeale, occupano abusivamente la casa di un monrealese: arrestati

In manette madre e figlio originari di Alcamo, ma residenti a Camporeale

CAMPOREALE, 13 gennaio – Senza casa, madre e figlio decidono di arrangiarsi da soli e occupano arbitrariamente, non un alloggio popolare, ma un’abitazione privata, a Camporeale. I due, entrambi pregiudicati, colti in flagranza dai carabinieri della locale stazione sono stati arrestati per occupazione abusiva di appartamento privato.

Guerra di clan tra San Giuseppe Jato e Monreale, la Procura chiede il processo per 44 persone

Erano state coinvolte nelle operazioni “Quattro.Zero” e “Monte Reale”

PALERMO, 10 gennaio – Per quarantaquattro persone coinvolte nelle inchieste scaturite dalle operazioni antimafia condotte dai carabinieri “Quattro.Zero” e “Monte Reale”, con le quali i militari avevano inferto un duro colpo alle organizzazioni di Cosa Nostra nel territorio di Monreale del suo comprensorio, la Procura della Repubblica di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio.

Cimitero comunale, Il Tribunale del Riesame annulla un altro sequestro di cappella gentilizia

Si tratta di quello disposto in danno di M.R. Ieri un provvedimento analogo riguardante un altro titolare

PALERMO, 28 dicembre – Il Tribunale del Riesame di Palermo, dopo aver sciolto la riserva dell'udienza celebratasi ieri, questa mattina ha depositato un'altra ordinanza con la quale ha annullato il sequestro della cappella gentilizia operato in danno di M.R.

Smaltimento amianto, rimosse oltre 50 tonnellate di rifiuti pericolosi giacenti su aree pubbliche del territorio monrealese

Liquidati circa 40 mila euro alla ditta Avatar Eco di Borgetto

MONREALE, 28 dicembre - I lavori per la messa in sicurezza, rimozione, trasporto e smaltimento dei rfiuti in cemento amianto abbandonati in diverse aree pubbliche del territorio monrealese cominciati lo scorso mese di ottobre hanno determinato la rimozione di oltre 50 mila chili di rifiuti pericolosi.

Mafia, la Guardia di Finanza sequestra immobili e disponibilità finanziarie per circa 1 milione di euro

Destinatari del provvedimento Gli eredi dell’avvocato Marcatajo, l’ingegnere Cuccio e Giampiero Scozzari

PALERMO, 28 dicembre – Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo, in esecuzione di provvedimenti emessi dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo sulla base di indagini eseguite sotto il coordinamento della Procura della Repubblica del capoluogo (Sezione Misure di Prevenzione), ha sequestrato, nelle province di Palermo e Trapani, appartamenti, magazzini, cassette di sicurezza e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa un milione di euro, nei confronti di un esponente mafioso e di due professionisti “prestanome” della criminalità organizzata.

Cimitero comunale, il tribunale del riesame annulla il sequestro dei loculi

I proprietari valuteranno adesso l’avvio di un’azione di responsabilità per i danni

PALERMO, 27 dicembre – Il Tribunale del Riesame di Palermo ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Mario Caputo e Salvino Caputo ed ha annullato il sequestro della cappella gentilizia disposto lo scorso 5 dicembre nei confronti di L.M.A. e ha ordinato la restituzione dell'intera cappella gentilizia.

Stavano scassinando una macchinetta di un distributore di benzina, in manette tre monrealesi

Sono stati sorpresi dai carabinieri sulla Palermo-Sciacca all’altezza di Altofonte

ALTOFONTE, 21 dicembre –I carabinieri del nucleo radiomobile di Monreale hanno arrestato tre monrealesi. Si tratta di Ivan e Giovanni Caravello, rispettivamente di 21 e 34 anni, e di Davide Schiera, ventiseienne. I due Caravello sono colti noti alle Forze dell’ordine, Schiera, invece, è incensurato.

Vendono finti gioielli d'epoca a un'anziano, scattano due denunce a Belmonte Mezzagno

I due truffatori sono stati identificati grazie alle telecamere di sorveglianza

BELMONTE MEZZAGNO, 16 dicembre - Questa mattina i Carabinieri della stazione di Belmonte Mezzagno hanno deferito in stato di libertà i palermitani G.G. 50enne e C.V. 37 enne, entrambi con precedenti specifici per truffa. I due nello scorso mese di novembre, avevano truffato un 75enne di Belmonte Mezzagno.

Carini, i carabinieri fanno luce su due omicidi di mafia: quattro persone arrestate

Secondo i militari eliminarono Antonino Failla e Giovan Battista Pipitone

CARINI, 29 novembre – I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo hanno dato esecuzione ad un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura distrettuale di Palermo (diretta da Francesco Lo Voi, sotto il coordinamento del Procuratore aggiunto Vittorio Teresi e dei Sostituti procuratori Annamaria Picozzi, Amelia Luise e Roberto Tartaglia) nei confronti di 4 appartenenti, in qualità di capi e gregari, alla famiglia mafiosa di Carini.

Non ci fu peculato in concorso, assolti Sandro Russo ed Aurelia Di Benedetto

Il tribunale chiude il processo di primo grado a carico dei due consiglieri monrealesi

PALERMO, 24 novembre – Non ci fu alcun peculato nella vicenda dei tirocini formativi di Villa Sofia organizzati dalla cooperativa Sintesi e quindi non si trattava di assunzioni camuffate. Tutti gli imputati del processo che si è concluso oggi a Palermo, pertanto, sono stati assolti con formula piena.

Isola delle Femmine, stavano rubando all’interno di un’azienda: arrestati cinque palermitani

Già sottoposti a giudizio, per loro l'obbligo di dimora. LE FOTO

ISOLA DELLE FEMMINE, 20 novembre – Nella mattinata di giovedì, nell’ambito di un servizio per il controllo territorio volto al contrasto dei furti in abitazione e rapine, i carabinieri della stazione di Isola delle Femmine hanno tratto in arresto cinque palermitani: Gioacchino Favazza, 27 anni, Salvatore Agnetta 36, Alessandro Damasco, 38 anni, Giuseppe Damasco di 33 e Alessandro Damasco di 34 anni.

Omicidio di Concetta Conigliaro, nessuno sconto di pena: confermati 20 anni di carcere per Salvatore Maniscalco

Confermata la condanna ad Antonino Caltagirone, assolto il padre Vincenzo

PALERMO, 22novembre – . Nessuno sconto di pena per Salvatore Maniscalco, accusato di avere ucciso la moglie Concetta Conigliaro nell’aprile del 2014. Nonostante lo stesso pg Giuseppe Fici avesse chiesto una riduzione da 20 a 16 anni per l’attenuante della provocazione (l’imputato sarebbe stato provocato dalla moglie che lo picchiava), la corte d’assise d’appello di Palermo ha deciso di confermare la condanna di primo grado nel processo che si è svolto con il rito abbreviato.

Nuovo Mandamento, in appello 280 anni di carcere

Per i giudici Antonino Sciortino era il vertice dell’organizzazione criminale

PALERMO, 16 novembre – Per i giudici della prima sezione della Corte d’Assise D’Appello Antonino Sciortino sarebbe stato effettivamente al vertice del super mandamento di Camporeale, quello in cui avrebbe fatto convergere i clan mafiosi di Partinico e di San Giuseppe Jato.

Nuovo Mandamento, arriva la sentenza d’appello

Assolti in primo grado, condannati adesso Sciortino e Damiani

PALERMO, 15 novembre – Due assoluzioni ribaltate, due condanne lievi trasformate in assoluzioni, qualche riduzione di pena. Per il resto conferma di quanto stabilito in primo grado. Questa la sintesi della sentenza d’appello del processo “Nuovo Mandamento”, pronunciata stasera.