Stavano scassinando una macchinetta di un distributore di benzina, in manette tre monrealesi

Sono stati sorpresi dai carabinieri sulla Palermo-Sciacca all’altezza di Altofonte

ALTOFONTE, 21 dicembre –I carabinieri del nucleo radiomobile di Monreale hanno arrestato tre monrealesi. Si tratta di Ivan e Giovanni Caravello, rispettivamente di 21 e 34 anni, e di Davide Schiera, ventiseienne. I due Caravello sono colti noti alle Forze dell’ordine, Schiera, invece, è incensurato.

Vendono finti gioielli d'epoca a un'anziano, scattano due denunce a Belmonte Mezzagno

I due truffatori sono stati identificati grazie alle telecamere di sorveglianza

BELMONTE MEZZAGNO, 16 dicembre - Questa mattina i Carabinieri della stazione di Belmonte Mezzagno hanno deferito in stato di libertà i palermitani G.G. 50enne e C.V. 37 enne, entrambi con precedenti specifici per truffa. I due nello scorso mese di novembre, avevano truffato un 75enne di Belmonte Mezzagno.

Carini, i carabinieri fanno luce su due omicidi di mafia: quattro persone arrestate

Secondo i militari eliminarono Antonino Failla e Giovan Battista Pipitone

CARINI, 29 novembre – I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo hanno dato esecuzione ad un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura distrettuale di Palermo (diretta da Francesco Lo Voi, sotto il coordinamento del Procuratore aggiunto Vittorio Teresi e dei Sostituti procuratori Annamaria Picozzi, Amelia Luise e Roberto Tartaglia) nei confronti di 4 appartenenti, in qualità di capi e gregari, alla famiglia mafiosa di Carini.

Non ci fu peculato in concorso, assolti Sandro Russo ed Aurelia Di Benedetto

Il tribunale chiude il processo di primo grado a carico dei due consiglieri monrealesi

PALERMO, 24 novembre – Non ci fu alcun peculato nella vicenda dei tirocini formativi di Villa Sofia organizzati dalla cooperativa Sintesi e quindi non si trattava di assunzioni camuffate. Tutti gli imputati del processo che si è concluso oggi a Palermo, pertanto, sono stati assolti con formula piena.

Omicidio di Concetta Conigliaro, nessuno sconto di pena: confermati 20 anni di carcere per Salvatore Maniscalco

Confermata la condanna ad Antonino Caltagirone, assolto il padre Vincenzo

PALERMO, 22novembre – . Nessuno sconto di pena per Salvatore Maniscalco, accusato di avere ucciso la moglie Concetta Conigliaro nell’aprile del 2014. Nonostante lo stesso pg Giuseppe Fici avesse chiesto una riduzione da 20 a 16 anni per l’attenuante della provocazione (l’imputato sarebbe stato provocato dalla moglie che lo picchiava), la corte d’assise d’appello di Palermo ha deciso di confermare la condanna di primo grado nel processo che si è svolto con il rito abbreviato.

Isola delle Femmine, stavano rubando all’interno di un’azienda: arrestati cinque palermitani

Già sottoposti a giudizio, per loro l'obbligo di dimora. LE FOTO

ISOLA DELLE FEMMINE, 20 novembre – Nella mattinata di giovedì, nell’ambito di un servizio per il controllo territorio volto al contrasto dei furti in abitazione e rapine, i carabinieri della stazione di Isola delle Femmine hanno tratto in arresto cinque palermitani: Gioacchino Favazza, 27 anni, Salvatore Agnetta 36, Alessandro Damasco, 38 anni, Giuseppe Damasco di 33 e Alessandro Damasco di 34 anni.

Nuovo Mandamento, in appello 280 anni di carcere

Per i giudici Antonino Sciortino era il vertice dell’organizzazione criminale

PALERMO, 16 novembre – Per i giudici della prima sezione della Corte d’Assise D’Appello Antonino Sciortino sarebbe stato effettivamente al vertice del super mandamento di Camporeale, quello in cui avrebbe fatto convergere i clan mafiosi di Partinico e di San Giuseppe Jato.

Nuovo Mandamento, arriva la sentenza d’appello

Assolti in primo grado, condannati adesso Sciortino e Damiani

PALERMO, 15 novembre – Due assoluzioni ribaltate, due condanne lievi trasformate in assoluzioni, qualche riduzione di pena. Per il resto conferma di quanto stabilito in primo grado. Questa la sintesi della sentenza d’appello del processo “Nuovo Mandamento”, pronunciata stasera.

Trovato in possesso di tre caricatori per armi da guerra, assolto per non avere commesso il fatto

Domenico Miceli di Roccamena era difeso dagli avvocati Caputo e Fucaloro

PALERMO, 9 novembre - Dopo due anni di indagini preliminari Domenico Miceli, originario di Roccamena, militare dell’ Esercito in servizio a Trapani, e’ stato assolto dal giudice per ie indagini preliminari Stefania Galli, anche su richiesta del Pubblico Ministero e degli avvocati Francesca Fucaloro e Salvino Caputo perche’ il fatto non sussiste.

Mafia, processo d’appello al clan di Porta Nuova: 11 anni ed 8 mesi al monrealese Antonino Ciresi

Leggermente ritoccata la pena inflitta in primo grado

PALERMO, 1 novembre – Pene appena ritoccate verso il basso in sede di appello del processo a carico della cosca di Porta Nuova nel quale figura pure il monrealese Antonino Ciresi. A pronunciarsi è stata la terza sezione penale della Corte d’Appello, presieduta da Raimondo Lo forti, consigliere relatore Mario Conte.