Piano Geli, le sospendono la fornitura idrica per morosità e fa causa: la Procura archivia

Le indagini riguardavano l’acquedotto Cama srl. Il fatto potrebbe costituire un precedente

MONREALE, 13 maggio – Una disputa sui prezzi delle bollette idriche e sulle autorizzazioni sanitarie ed amministrative era sfociata in un contenzioso fra V.S. e l’acquedotto Cama srl che gestisce l’erogazione nella zona di Piano Geli, dopo che l’azienda, a causa dei mancati pagamenti dell’utente, aveva deciso di interrompere la fornitura.

Processo extra budget: la Procura chiede quattro anni per Patrizia Monterosso

Il suo ruolo nel peculato sarebbe di concorrente morale

PALERMO, 12 maggio - Il pm Luca Battineri ha concluso la sua requisitoria al processo, che si celebra con rito abbreviato davanti al gup Fabrizio Molinari, sugli extra budget liquidati dalla Regione agli enti di formazione professionale, con la richiesta di condanna a quattro anni per il segretario regionale Patrizia Monterosso.

Quelle somme non erano dovute, l’Amat restituirà al Comune di Monreale due milioni di euro

Lo ha imposto una sentenza d’appello del tribunale civile di Palermo

MONREALE, 20 aprile – Molto più che una boccata d’ossigeno quella che arriva dal tribunale civile di Palermo, che con un giudizio di appello accoglie il ricorso presentato dal Comune di Monreale ed obbliga l’Amat alla restituzione di circa due milioni di euro, indebitamente pagati dall’amministrazione comunale all’azienda trasporti per servizi resi nel triennio 2002-2004.

Monreale, cade in via Venero e chiede il risarcimento: il tribunale le dà torto, ma in appello vince

La disavventura di A.C. costerà circa settemila euro. Il Comune non si è costituito in giudizio

MONREALE, 19 aprile – Il primo round era andato al Comune, che davanti al giudice di Pace era riuscito a respingere la richiesta risarcitoria di A.C. una donna che era caduta in via Venero, a causa di una buca e per questo aveva riportato delle ferite e delle contusioni. In appello, però, il tribunale di Palermo ha ribaltato la situazione, condannando il Comune e dando ragione alla vittima.

Capizzi non diffamò e diceva la verità: il tribunale archivia la querela di Di Matteo sulla destinazione dei mezzi Ato

Le dichiarazioni in Consiglio comunale dell’attuale primo cittadino rese nell’ambito della “critica politica”

PALERMO, 17 aprile – Non fu diffamazione, ma una critica effettuata dentro i normali canoni della dialettica politica ed oltretutto veritiera. Sulla base di queste convinzioni il tribunale di Palermo ha archiviato definitivamente la querela che l’ex sindaco di Monreale, Filippo Di Matteo aveva sporto nei confronti del suo successore, Piero Capizzi. Sullo sfondo l’utilizzo dei mezzi per la raccolta dei rifiuti, che erano nella disponibilità del Comune di Monreale e che, con tanto di carte, vennero impiegati, invece, da altri comuni dell’ex Ato Palermo 2.

Pioppo, macellazione clandestina e furto di energia: nei guai un cinquantenne

Operava nelle campagne di Montelepre. L’intero casolare è stato posto sotto sequestro

MONREALE, 8 aprile – Il vasto hinterland monrealese, caratterizzato da facili nascondigli, soprattutto nelle zone di campagna, si rivela ancora una volta terreno fertile per chi fa della macellazione clandestina il suo pane quotidiano. A maggior ragione adesso, a ridosso delle festività pasquali, quando il consumo di carni bovine ed ovine aumenta in maniera esponenziale.

San Giuseppe Jato, detenzione ai fini di spaccio: in manette giovane palermitano

Gli è stato imposto l’obbligo di dimora nelle ore notturne

SAN GIUSEPPE JATO, 7 aprile – I carabinieri della Stazione di San Giuseppe Jato hanno tratto in arresto Giacomo Vassallo, ventenne, palermitano, volto noto alle Forze dell’Ordine, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare, i militari dell’Arma, sospettando che Vassallo potesse detenere sostanza stupefacente all’interno della propria abitazione, hanno ritenuto opportuno procedere ad una perquisizione locale con l’ausilio di un’unità cinofila dei Carabinieri di Palermo-Villagrazia.

Mafia, processo “Monte Reale”. L’avvocato: “Le intercettazioni dell’incendio della Smart non coinvolgono Rinicella”

Il difensore chiede ed ottiene l'intervento di un perito

PALERMO, 5 aprile – L'avvocato De Lisi, difensore di Nicola Rinicella, implicato nelle inchieste scaturite dalle operazioni antimafia condotte dai carabinieri “Quattro.Zero” e “Monte Reale”, ha chiesto ed ottenuto dal giudice Fernando Sestito la nomina di un perito per la trascrizione integrale delle intercettazioni che, a vario titolo, hanno coinvolto il suo assistito.

Spese pazze all'Ars, la Procura archivia anche la posizione di Salvino Caputo

Erano in tutto 18 i deputati indagati di peculato

PALERMO, 5 aprile – Salvino Caputo, ex deputato dell'Ars, insieme ad altri 17, esce dall'inchiesta “spese pazze” con un'archiviazione. La Procura della Repubblica di Palermo aveva avviato più di un anno fa le indagini sull’uso dei fondi a disposizione dei gruppi parlamentari dell'assemblea regionale siciliana che ha coinvolto la gran parte dei deputati della scorsa legislatura.

Piana degli Albanesi, l’accusa è quella di peculato: a giudizio l’ex sindaco Gaetano Caramanno

Gli vengono contestati rimborsi spese per circa 50.000 euro

PIANA DEGLI ALBANESI, 1 aprile - Rinviato a giudizio per peculato l’ex sindaco Gaetano Caramanno. A firmare il provvedimento nei giorni scorsi è stato il Gup del Tribunale di Termini Imerese Angela Lo Piparo. All’ex primo cittadino della comunità arbëreshe vengono contestati rimborsi spese per oltre 50 mila euro ottenuti dal 2006 al 2010.

Contrasto al bullismo, i carabinieri fanno lezione alla "Guglielmo II" di San Martino delle Scale

"I carabinieri sono uomini vivìcini alle persone" è il messaggio dato ai ragazzi

MONREALE, 30 marzo – Un'attività a tappeto, di contrasto al bullismo e al cyberbullismo, quella dei cararabinieri di Monreale, con il comandante della stazione di San Martino delle Scale, maresciallo Pietrosanti, che ieri mattina ha svolto nel plesso della "Guglielmo II" una lezione su queste tematiche.

Faceva prostituire una donna, riducendola in schiavitù, i carabinieri arrestano un 51enne

La condotta era durata per ben sei anni. La donna aveva pure dovuto interrompere una gravidanza

PARTINICO, 29 marzo - Ieri mattina al termine di una serie di attività d’indagine dirette dal Sostituto Procuratore della Repubblica della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, Siro De Flammineis, e coordinate dal Procuratore Capo di Palermo, Francesco Lo Voi, i carabinieri della Compagnia di Partinico hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 51enne, ritenuto responsabile di sequestro di persona, riduzione in schiavitù, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, nonché lesioni nei confronti della compagna convivente 28enne.

Ato Palermo 2, la Procura chiede 51 rinvii a giudizio

L’udienza preliminare si terrà il 12 maggio davanti al Gup Fabrizio Molinari

PALERMO, 3 aprile – Si terrà il prossimo 12 maggio l’udienza preliminare del processo riguardante la vicenda Ato Palermo 2, che vede indagate 51 persone, coinvolte a vario titolo nell’inchiesta che nel marzo dell’anno scorso aveva portato la Procura della Repubblica di Palermo a spiccare 53 avvisi di garanzia.

Monreale, ruba un borsello da una macchina: le telecamere incastrano un palermitano. IL VIDEO

Adesso starà ai domiciliari con il braccialetto elettronico

MONREALE, 31 marzo - I carabinieri della Stazione di Monreale hanno tratto in arresto Luigi Curia 44enne palermitano, volto noto alle Forze dell’Ordine, a seguito di un’attività d’indagine partita da un furto su autovettura verificatosi nel centro storico di Monreale, alle spalle del Duomo.

Morti bianche: è arrivata la sentenza emessa nel processo avviato per la morte di Rosario Nicoletti

L'uomo,dipendente della società Ceit, stava effettuando la sostituzione di un cavo elettrico a Monreale

PALERMO, 30 marzo – Due persone condannate per omicidio colposo e altre quattro assolte dalla stessa accusa. E' questa in sintesi la decisione presa dal giudice della quinta sezione monocratica del tribunale, Claudia Rosini, per il processo avviato per la morte di Rosario Nicoletti, dipendente della società Ceit.

Monreale, ancora la truffa dello specchietto: i carabinieri denunciano due uomini

Stavano per ingannare un settantenne, entrambi hanno precedenti analoghi

MONREALE, 28 marzo - Erano partiti dalla provincia di Agrigento nella speranza di truffare quante più persone anziane con il solito trucchetto dello specchietto rotto. Questa volta, però, i due volti noti alle Forze dell’Ordine: R. A., messinese, trentaduenne, e R. N., di origini chietine, ma cresciuto nell’agrigentino, ventottenne, sono stati colti nella flagranza del reato mentre cercavano di truffare una vittima settantenne.

Monreale, scoperto dai carabinieri un mattatoio clandestino

Sequestrato un allevamento, un 65enne denunciato

MONREALE, 23 marzo – I carabinieri della Stazione di Pioppo hanno proceduto ad un controllo delle zone campestri tra Monreale ed Altofonte, finalizzato all’individuazione di un mattatoio clandestino. L’azione nasce dalla considerazione che l’approssimarsi delle festività pasquali ha reso attuale il rischio di smercio di carne macellata illegalmente, senza le previste autorizzazioni sanitarie.