Studio Radiologico Gargano

Accusati di furto ad una tabaccheria di Sciacca: arrestati due giovani monrealesi

Incastrati dal sistema di video-sorveglianza

MONREALE, 28 luglio - I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Monreale e della Compagnia di Sciacca, nelle prime ore di oggi, hanno tratto in arresto Antonio Tarallo 22 anni e Andrea Grimaudo, 27 anni, entrambi monrealesi.

Il provvedimento è scattato a seguito di prolungate e complesse attività di indagine condotte congiuntamente, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione di misure cautelari emesse dal Tribunale di Sciacca. Gli arresti sono scattati a Monreale e Rimini.

I due giovani, secondo l’accusa, sono ritenuti responsabili del furto aggravato ai danni del bar tabacchi “La Piana” di Sciacca, ubicato presso la stazione di servizio Agip al Km 104,5 della statale 115, lo scorso 28 giugno.

Quel giorno i due giovani dopo aver divelto la porta di ingresso del bar, ed essere penetrati all’interno, avrebbero infranto una vetrina d’esposizione interna, impossessandosi di circa settanta paia di occhiali da sole per un valore di circa 5.000 euro, di circa 350 euro in monete di vario taglio, di una scatola di accendini ed un paio di scatole di cioccolatini per un valore complessivo di circa 100 euro e di un ingente numero di biglietti delle lotterie istantanee “gratta e vinci” già giocati, tutti vincenti e già convalidati sul sistema informatico di Lottomatica.

Nella stessa notte, tuttavia, i due giovani, nel fare rientro nel territorio a Monreale, erano stati fermati dai Carabinieri, e nell’occasione Tarallo, secondo la ricostruzione effettuata dai militari, lanciava dal finestrino diversi tagliandi “gratta e vinci”, già convalidati ed incassati, che venivano immediatamente sequestrati. I conseguenti accertamenti condotti presso la società “Lottomatica” hanno consentito di accertare che venti tagliandi recuperati erano stati riscossi proprio presso il bar-tabacchi “La Piana”. Inoltre, la visione dei filmati registrati dal sistema di video-sorveglianza installato presso l’esercizio commerciale, consentiva ai carabinieri di Monreale di identificare gli autori del furto proprio in Tarallo e Grimaudo, al quale, tra l’altro, erano successivamente state sequestrate anche le scarpe e la camicia che indossava la sera del furto.

Negli ultimi giorni, infine, a seguito di una serie di servizi di osservazione e pedinamento effettuati dai Carabinieri, i due giovani sono stati localizzati, rispettivamente Tarallo a Monreale, presso l’abitazione della famiglia di origine, e Grimaudo a Riccione. Alle prime luci dell’alba, pertanto, entrambi sono stati tratti in arresto dai Carabinieri di Monreale e Sciacca, con l’ausilio dei militari di Riccione.

I due giovani, infine, dopo essere stati condotti presso le Caserme dei Carabinieri di Monreale e Riccione per l’espletamento delle necessarie formalità di rito, sono stati condotti, nel corso della mattinata, presso gli istituti di detenzione di Palermo e Rimini.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna