Il padre, l'assente inaccettabile

fumetto di Stefano Gorgone

Carissimo direttore,
pur in un momento storico così drammatico, desidero esprimere brevemente il mio pensiero circa la prossima festa del papà, trasformata dalla società consumistica in un’occasione per fare pranzi e regali. Eppure si tratta di una festa importante perché oggi più che mai si avverte la mancanza ed il bisogno del padre.

Dopo l’euforia per la rielezione di Mattarella

 

fumetto di Totò Caltagirone

Cominciamo a riflettere, così, molto semplicemente, come ci capita di fare seduti sul divano di casa con gli amici. L'elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica mi ha fatto capire, se ve ne fosse stato bisogno una serie innumerevoli di cose che per brevità cercherò di riassumere di seguito.

Anziani nella nostra città, una risorsa

fumetto di Stefano Gorgone

Carissimo direttore,
durante queste festività natalizie ho avuto l’opportunità di condividere alcuni momenti con i soci dell’Asca, un’associazione della nostra città che promuove iniziative ricreative e culturali per elevare la qualità della vita degli anziani e per aiutarli a vincere la solitudine e l’emarginazione.

Essere comunità e non ''visi nella folla''

fumetto di Stefano Gorgone

Carissimo direttore,
in questo nostro tempo, dominato da incertezze e paure, dovremmo sentire il bisogno di impegnarci sempre di più nella vita politica e sociale per rafforzare lo spirito comunitario e lottare per un futuro migliore.

Accendiamo le telecamere a Miccini

fumetto di Nino Casamento

C’è una collina a poca distanza da Monreale con paesaggi mozzafiato: vedute spettacolari che spaziano su tutta la Conca d’Oro fino al mare, dove in certi giorni dell’anno è possibile ammirare alcune delle isole Eolie (Alicudi e Filicudi).

Ma le punizioni sono davvero efficaci?

fumetto di Stefano Gorgone

Carissimo direttore,
tutti abbiamo sperimentato la difficoltà di educare i nostri figli nei primi anni della loro vita e durante l’adolescenza; purtroppo, ancora oggi non sono pochi coloro che si affidano solo al buon senso o ad indicazioni vaghe e sempre più mutevoli.

Questa nostra società dell’apparire e dell’estremo individualismo è alla frutta

fumetto di Salvino Caputo

Potrei scomodare migliaia di psicologi e psichiatri ad hoc, ma preferisco attenermi alla mia cinica osservazione quotidiana della gente che cammina per la strada, che acquista viveri e bevande nei supermarket, che fa il turno nelle farmacie per comprare medicine e ti guarda con sospetto se tu chiedi all’impiegata che devi eseguire un tampone oro-faringeo.