Buon lavoro, Alberto

Caro Alberto, hai avuto ragione.
La tua rincorsa alla Sala Rossa, fallita cinque anni fa, oggi è diventata realtà. La tua strategia, lontano dai riflettori per lungo tempo, è stata finalmente premiata e oggi andrai a ricoprire quel ruolo che hai tanto inseguito e per il quale ti sei battuto per tutta questa massacrante campagna elettorale.

Vinca il migliore? No, vinca la città

MONREALE, 11 maggio – Non sappiamo chi sia il migliore tra Piero Capizzi ed Alberto Arcidiacono e non crediamo, in tutta sincerità, che sia questa la sede migliore per parlarne. Nè il momento più opportuno per farlo. Non sappiamo chi, se eletto, riuscirà a profondere l'impegno più efficace per risolvere i problemi della città. Sapiamo solo una cosa: siamo visceralmente innamorati di Monreale e facciamo un tifo sfegatato per lei.

Buon voto a tutti

MONREALE, 27 aprile – Ormai ci siamo. La lunga campagna elettorale, finalmente, è finita. Da oggi vige per legge il silenzio elettorale. Una regola sacrosanta che impedisce tutte le forme di propaganda nelle ultime ore, ma che, da quando la tecnologia lo consente, sarà violata, purtroppo principalmente sui social.

Non perdiamo la fiducia per un 2019 migliore del 2018

MONREALE, 31 dicembre – Mettiamolo in archivio questo 2018. Sistemiamolo sullo scaffale dei nostri ricordi tra quelli, probabilmente, più controversi della storia recente della nostra città. Un anno fatto di tanti bocconi amari, ma al tempo stesso di qualche segnale di risveglio e di qualche piccolo passo in avanti.

Rifiuti, così è solo un gioco al massacro

MONREALE, 12 ottobre - In questo modo - parliamoci chiaro - è solo un gioco al massacro. Per il decoro della città, per la sua dignità, ma soprattutto per la salute dei lavoratori. Il conferimento selvaggio dei rifiuti, difficile essere smentiti, probabilmente per adesso rappresenta la piaga numero uno per la nostra cittadina.

Non è solo una bravata

MONREALE, 9 agosto - In un paese dove non hanno pace manco i morti (e le dolenti traversie dei cimiteri di Monreale e di San Martino delle Scale ne sono una testimonianza) è difficile farne trovare agli alberi. Che ad agire sia la mano dei piromani o dei vandali.

Raccolta differenziata, occorre la collaborazione di tutti

Allestiti due centri di raccolta e le postazioni mobili

MONREALE, 14 luglio – Partiamo da una considerazione: togliere i cassonetti dalle strade non è stata una scelta, è stato un obbligo. Rimuoverli dalle abituali postazioni non è ciò che ha prodotto la fantasia di quel “buontempone” dell'assessore Cangemi o di quello “schiffarato” di Fabio Adimino. È ciò che ha stabilito il governo della Regione, guidato dal presidente Musumeci.

Impariamo tutti dai nostri bambini

MONREALE, 19 maggio – Probabilmente non si offenderà nessuno, né qualcuno si sentirà sminuito, se affermiamo che dai bambini abbiamo tutti spesso molto da imparare. Se davanti al loro entusiasmo ed alla loro voglia di fare possiamo soltanto alzarci in piedi e battere le mani.

Corri o Figlio sia l’inno di Monreale

MONREALE, 17 aprile - Non ce ne voglia nessuno: lo diciamo senza alcuna polemica, forti soltanto dell’attaccamento alla storia della nostra città e - ci sia consentito - della devozione verso il Santissimo Crocifisso, in onore del quale tornano a fervere in questi giorni i preparativi dei festeggiamenti. “Corri o Figlio”, inno del Crocifisso, diventi ufficialmente anche l’inno di Monreale.