Studio Radiologico Gargano

Attività dei carabinieri nel weekend: un arresto ed una serie di denunce

Ben 138 le persone controllate lungo le strade cittadine

MONREALE, 21 novembre – Un serrato controllo del territorio messo in atto dai carabinieri della Compagnia cittadina nel weekend appena trascorso, si è concluso con un bilancio di un arresto e ed una serie di denunce a vario titolo.

 I militari dell'Arma hanno cominciato venerdì scorso, quando, d'intesa con l'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, hanno effettuato numerose ispezioni amministrative e penali presso diversi esercizi pubblici che gestiscono videopoker ed altri giochi con premi in denaro.

L'attività ha portato al deferimento di un esercente monrealese perchè aveva installato tali apparecchiature senza alcuna autorizzazione. Ad Altofonte, inoltre, hanno deferito due esercenti locali per l'omessa esposizione della prevista tabella dei giochi proibiti.

Per quel che riguarda il controllo delle strade effettuato anche grazie all'ausilio dell'etilometro, invece, sono stati deferite all'Autorità giudiziaria tre persone sorprese alla guida con un tasso alcolemico superiore a quello consentito; sei persone prive di patente di guida perché revocata o mai conseguita; una persona per violazione di domicilio e lesioni personali; un pregiudicato poi per violazione di provvedimento di foglio di via da Palermo: è stato bloccato dai carabinieri che effettuavano un posto di controllo tra Palermo e Monreale che lo hanno sorpreso di ritorno dal capoluogo lungo il corso Calatafimi. Una persona è stata deferita perché sorpresa alla guida di veicolo già sottoposto a sequestro amministrativo; due persone, invece, per reati contro il patrimonio: uno perché trovato in possesso di un targhino di provenienza furtiva e l'altro perché sorpreso alla guida di motociclo, risultato ai controlli oggetto di furto, e del quale lo stesso aveva cercato di ostacolare l'identificazione alterando la targa ed il numero di telaio, espedienti che a nulla sono valsi a seguito dell'attento esame dei militari.

Nel corso del servizio, solo per riepilogare alcune cifre, sono state controllate ben 138 persone e 51 veicoli di cui 8 sottoposti a sequestro; 27 le perquisizioni; 22 le contravvenzioni al Codice della strada e 8 le carte di circolazione ritirate.

Massicci e ripetuti poi anche i controlli nel settore del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti: in tale ambito infatti ben sette persone sono state segnalate alla Prefettura quali assuntori di stupefacenti poiché a seguito di perquisizioni personali trovati in possesso di modesti quantitativi di hashish, marijuana o cocaina; uno dei controllati, P.M. 32 anni, di Sciacca, è stato peraltro denunciato anche perché sorpreso alla guida sotto l'influsso degli stupefacenti, come rilevato dalle analisi di rito immediate disposte presso l'ospedale Ingrassia di Palermo a seguito dei controlli. In tale contesto poi L.G. di Sciacca, 39 anni, pluripregiudicato, è stato anche deferito per il reato di spaccio perché ritenuto responsabile della cessione di cocaina allo stesso P.M.

L'attività ha raggiunto il culmine proprio ieri sera quando un giovane, controllato in un bar di Aquino da una pattuglia della locale Radiomobile, dopo esser stato trovato in possesso di 4 dosi di hashish per complessivi 11 grammi circa avrebbe tentato di eludere i carabinieri con un improvviso tentativo di fuga in auto. Marco La Piana, 27 anni, dopo esser sfuggito al controllo e postosi alla guida della vettura, dapprima avrebbe quasi travolto i militari che gli stavano intimando di fermarsi, per poi tentare di speronarli durante l'inseguimento per le vie cittadine finché, vistosi privo di speranze, avrebbe finalmente interrotto la disperata fuga per essere stato tratto in arresto per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, nonché detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna