Controlli dei carabinieri: un arresto e sette denunce

Elevate pure 23 contravvenzioni per violazioni al Codice della strada

MONREALE, 28 gennaio - Nella giornata di ieri i carabinieri della Compagnia di Monreale, durante un servizio tra il centro normanno, Altofonte e San Martino delle Scale, hanno tratto in arresto una persona e ne hanno denunciate in stato di libertà altre sette.

I militari del comune di Altofonte, coadiuvati da tecnici Enel, hanno tratto in arresto Roberto Bruno, 45 anni, pregiudicato, macellaio, sorpreso ad alimentare il proprio esercizio commerciale di via Vittorio Emanuele mediante un allaccio abusivo diretto alla rete elettrica con l’assenza di un contatore che registrasse gli elevati consumi che comportano le celle frigorifere per la conservazione delle carni. A seguito di ciò, il controllo estesosi anche all’abitazione di Bruno, consentiva di accertare che lo stesso, insieme ad altro soggetto denunciato in stato di libertà, aveva alterato non solo l’allaccio alla rete elettrica, ma anche alla fornitura idrica comunale.

A seguito del rito direttissimo, l’arresto dell’uomo è stato convalidato e l’uomo condannato alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il servizio, finalizzato inoltre al contrasto dei reati ambientali, ha portato, grazie all’intervento della Stazione di San Martino delle Scale e del Nucleo Radiomobile, alla denuncia di C.G. classe 35 anni, M.G. classe 61, C.N 68 anni, che a vario titolo avevano realizzato in via SM22 uno scarico di reflui a cielo aperto segnalata dai vicini di casa infastiditi dagli odori nauseanti, e di B.G. 79 anni, sorpreso dall’autoradio mentre caricava sulla propria Piaggio Ape rifiuti pericolosi e speciali in via degli Astronauti proprio sotto il cartello che imponeva divieto di discarica e raccolta a pena di sanzioni.

Inoltre, gli incessanti controlli alla circolazione stradale sulla SS624 Palermo – Sciacca hanno fatto si che si denunciassero S.D. 35 anni e G.D.L., classe 50 anni: il primo trovato alla guida della sua autovettura senza aver mai conseguito la patente ed il secondo perché gli era stata revocata e continuava comunque a condurre il proprio mezzo. Solo nella serata di ieri il lavoro dei Carabinieri di Monreale, oltre a questi risultati, ha portato al controllo di 77 persone e 60 veicoli elevando 23 contravvenzioni al Codice della strada per un totale di 2.800 euro, 41 punti decurtati e una carta di circolazione ritirata.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna