Furto di energia elettrica: i carabinieri arrestano quattro persone

Circa 13 mila euro il valore complessivo dell'energia sottratta

MONREALE, 4 febbraio - Nella giornata di ieri i carabinieri della Compagnia di Monreale hanno tratto in arresto 4 persone per furto di energia elettrica e ne hanno denunciate e segnalate altre cinque a vario titolo.

L’operazione, che è avvenuta durante un servizio a largo a raggio che ha impiegato più di 40 militari tra il centro normanno, Altofonte, San Cipirello, Piana degli Albanesi e Santa Cristina Gela, è stata condotta da militari dei diversi centri che rientrano sotto la giurisdizione della Compagnia, coadiuvati da tecnici Enel. Sono stati tratti in arresto Dionisio Crociata, 71 anni, pensionato, Francesco Crociata 40 anni, bracciante agricolo, e due cittadini rumeni, Niculai Dutu, 43 anni, impiegato e Maihaela Luminista Dutu, classe 37 anni, casalinga. I Crociata sono stati sorpresi ad alimentare la propria abitazione avendo alterato il contatore affinché registrasse consumi minori rispetto a quelli realmente usufruiti, mentre gli altri due si erano allacciati direttamente alla rete elettrica pubblica senza alcun contratto. Nella circostanza è stata deferita in stato di libertà anche la proprietaria dell’abitazione. I tecnici dell’Enel hanno stimato che i quattro avevano sottratto complessivamente circa 13 mila euro di energia elettrica.

I militari di San Cipirello, nel medesimo servizio, deferivano in stato di libertà T.S., classe 1987 di Partinico perché a seguito di un controllo alla circolazione stradale veniva rinvenuto sul veicolo in cui viaggiava un coltello a serramanico; mentre il Nucleo Operativo segnalava all’Autorità prefettizia per uso personale di sostanza stupefacente due giovani di Palermo trovati in possesso di 2,5 grammi di hashish.

Inoltre, la Stazione di Altofonte, a seguito di denuncia presentata da una cittadina che si era vista recapitare a suo nome bollette telefoniche Wind insolute per una utenza da lei mai attivata, deferiva in stato di libertà per truffa, trattamento illecito dei dati personali e sostituzione di persona F.S. classe 1954, pluripregiudicato di Palermo, che aveva attivato il contratto utilizzando i documenti e le informazioni in essi contenute, sottratti all’ignara malcapitata. I quattro arrestati hanno passato la notte presso le camere di sicurezza del Comando Gruppo di Monreale, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo, dopo il quale sono stati convalidati gli arresti e chiesti i termini a difesa, sono stati poi rilasciati in attesa del processo.

 

 

Gallery

{yoogallery src=[/images/stories/gallerie/4arresti] width=[127] height=[90] style=[lightbox] effect=[fade] spotlight=[0] prefix=[thumb127_] thumb_cache_dir=[thumbs100] thumb_cache_time=[1] load_lightbox=[1] thumb=[rounded] rel=[lightbox[mygallery]] load_lightbox=[1] resize=[1] order=[asc] count=[30]}

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna