Aci-Giurintano

Due operazioni antidroga condotte dai carabinieri di Palermo

Maxi sequestri compiuti dai militari, 4 arrestati

PALERMO, 19 febbraio - Gli uomini dell'Arma solo ieri hanno tratto in arresto in due diverse circostanze quattro soggetti. La prima operazione è stata portata a termine ieri sera dai carabinieri del Nucleo Radiomobile del capoluogo, e a finire in manette sono stati due insospettabili. Due giovani incensurati, mentre un terzo è stato deferito in stato di libertà. Per tutti l'accusa è di "coltivazione, produzione e detenzione di sostanze stupefacenti". Gli arrestati sono il 23enne F. T. ed il 23enne E.T., entrambi studenti universitari di buona famiglia. L'attività dei militari è scaturita a seguito di alcuni controlli mirati che hanno permesso di intercettare un acquirente, trovato poi in possesso di alcuni grammi di droga. Le successive verifiche hanno consentito di risalire ai due giovani, nei confronti dei quali sono scattate le perquisizioni domiciliari presso le rispettive abitazioni, e presso una terza abitazione presa in affitto dai due amici. Nel corso della perquisizione domiciliare, i carabinieri sono riusciti a rinvenire e sequestrare quanto di seguito riportato:

• Kg. 1,040 di "marijuana", lo stupefacente era celato all'interno di numerosi involucri in cellophane, custoditi a loro volta dentro alcune confezioni in metallo;

• Nr. 26 piante di canapa indiana, coltivate all'interno di altrettanti vasi, celate dentro una piccola serra, illuminata e ventilata, ricavata all'interno di un normale armadio;

• Vario materiale per la coltivazione, produzione e confezionamento dello stupefacente (1 coltello, 3 trita erbe, 1 bilancino di precisione);

• € 270 in banconote di vario taglio, provento dell'illecita attività.

Nell'ambito del medesimo servizio gli operanti hanno denunciato in stato di libertà, per "detenzione ai fini di spaccio", il 21enne s. C. J., incensurato.

I due giovani arrestati, su disposizione del magistrato di turno, sono stati condotti nel carcere dell'Ucciardone. Tutta la sostanza stupefacente, posta sotto sequestro, sarà consegnata al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri di Palermo per le analisi del caso.

Nel secondo episodio, invece, sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Palermo San Lorenzo, che hanno tratto in arresto due soggetti e rinvenuto ben 8 chilogrammi di sostanza stupefacente. A finire in manette Pietro Crocilla, nato a Palermo classe 1986, ivi residente in Via Messina Marine e Francesco Miceli, nato a Palermo classe 1982, domiciliato in Via ST 26.

I fatti sono avvenuti alle 20 circa all'interno del quartiere Brancaccio, poiché a seguito di attività investigativa svolta all'interno del quartiere, i militari hanno deciso di compiere un servizio di osservazione nei pressi dell'appartamento di Crocilla, dove sospettavano vi si consumasse un'attività di spaccio. E' bastato poco perché i militari notassero un notevole andirivieni di veicoli fuori l'abitazione del 30enne. La conferma di quanto supposto è giunta quando i militari hanno iniziato a fermare vari veicoli e a seguito perquisizione hanno trovato conducenti o passeggeri in possesso d'involucri di carta stagnola contenenti dell'hashish. A seguito dei numerosi riscontri, i Carabinieri hanno deciso di intervenire entrando nell'abitazione dove sono stati immediatamente bloccati Pietro Crocilla e Francesco Miceli, e con loro un giovane acquirente che aveva ancora in mano due stecche di carta stagnola contenenti dell'hashish, nonché un involucro di plastica trasparente contenente della marijuana. A seguito della perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro:

- 100 involucri di carta stagnola (identici a quelli sequestrati agli acquirenti,) contenenti dell'hashish;

- all'interno di un portaombrelli, 64 involucri di plastica trasparente contenenti della marijuana;

- una somma in contanti di oltre 1500 € e tre bilancini di elettronici precisione.

A seguito di ciò i Carabinieri si sono recati anche presso l'abitazione MICELI Francesco, in via ST 26; dove a seguito di perquisizione hanno rinvenuto e posto sotto sequestro:

- in una borsa frigo, nr. 80 involucri di plastica trasparente contenenti marijuana;

- uno zaino, contenente dieci buste per surgelati, ed all'interno di ciascuna circa 100 grammi di marijuana;

- un sacchetto di carta, contenente ventisei buste per surgelati, ed all'interno circa 100 grammi di marijuana;

- uno zaino, contenente dieci buste per surgelati, ed all'interno circa 100 grammi di marijuana;

- uno zaino all'interno del quale vi erano sei grossi ovuli racchiusi con nastro da imballaggio di un peso di circa 100 grammi di marijuana;

- cinque buste di plastica contenenti ciascuna 200 grammi di marijuana.

Anche tutto questo stupefacente sarà consegnato al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri di Palermo, per gli accertamenti tecnici mentre i due soggetti sono stati tratti in arresto con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotti presso la Casa Circondariale Ucciardone di Palermo.

 

 

 

Gallery

{yoogallery src=[/images/stories/gallerie/operazione-droga] width=[127] height=[90] style=[lightbox] effect=[fade] spotlight=[0] prefix=[thumb127_] thumb_cache_dir=[thumbs100] thumb_cache_time=[1] load_lightbox=[1] thumb=[rounded] rel=[lightbox[mygallery]] load_lightbox=[1] resize=[1] order=[asc] count=[30]}

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna