Ancora un blitz anti-abusivismo in via Torres: un commerciante arrestato

L'azione di controllo è stata estesa pure alla via Venero

MONREALE, 30 giugno – Prosegue il giro di vite effettuato contro i venditori ambulanti all'interno del centro abitato di Monreale. Nella mattinata di ieri sono proseguiti i servizi coordinati svolti in sinergia tra i militari della Stazione cittadina e dai Vigili Urbani.

Servizi, affermano dal Comune, finalizzati «a "ripulire" il centro storico, debellando, con costanza, il fenomeno ormai inveterato dell'abusivo esercizio del commercio su aree pubbliche senza autorizzazione». Carabinieri e agenti della Polizia Municipale monrealese hanno ripreso da dove avevano finito la settimana scorsa: proprio in via Torres, arteria privilegiata del turista che raggiunge il cuore del centro storico. Nonostante in un recente controllo, avvenuto proprio la settimana scorsa, fossero stati operati una dozzina tra sequestri e diversi verbali e sanzioni amministrative, qualcuno degli ambulanti non aveva ancora desistito o forse non credeva che i controlli si sarebbero ripetuti, soprattutto a così breve distanza: e allora sono scattati nuovamente sequestri e contravvenzioni: 5 in totale. In un caso, tra l'altro, un ambulante palermitano, Roberto Lannino, 47 anni, già colpito nella precedente circostanza, ha cominciato ad indirizzare improperi nei confronti degli operanti e poi ha scaraventato verso di loro le sue mercanzie e finanche i banconi su cui le teneva esposte. Per lui immediate sono scattate le manette.

Dopo il rito direttissimo è stato rimesso in libertà, in attesa delle prossime fasi del dibattimento. Dopo questo controllo il setaccio dei militari e dei caschi bianchi si è spostato sulla via Venero, dove sono stati sanzionati altri 6 ambulanti a cui sono state sequestrate le rispettive mercanzie.

Intanto Carabinieri e Vigili Urbani fanno sapere che i controlli continueranno con la stessa periodicità e rigidità, fin quando tutti si saranno regolarizzati pagando i tributi previsti e limitandosi ad occupare i soli spazi consentiti.

Molto soddisfatta l'Amministrazione Comunale che, tramite l'Assessore alla Polizia Municipale e alla Legalità, Marco Intravaia, esprime il proprio compiacimento per la prosecuzione dell'iniziativa congiunta: «Estremamente soddisfatto dei risultati anche in questo caso conseguiti – ha detto – esprimo il mio vivo plauso ai vigili urbani intervenuti e ringrazio i militari dell'Arma dei Carabinieri per il decisivo contributo che non mancano di offrire; proseguendo su questa linea, con la condivisione degli sforzi e la compartecipazione degli obiettivi, sono certo che, in breve tempo, non mancheranno ulteriori positivi e, ci auguriamo, definitivi, sviluppi». 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna