Violazione dei domiciliari e furto d'energia elettrica, due arresti tra Monreale e San Cipirello

Entrambi sono stati posti agli arresti domiciliari

MONREALE, 12 gennaio - I carabinieri della Compagnia di Monreale, impegnati in servizi di controllo del territorio tra il centro normanno ed i comuni limitrofi, hanno tratto in arresto due persone con l'accusa di furto di energia elettrica ed evasione dalla detenzione domiciliare.

I militari hanno sorpreso Anna Salerno, pregiudicata di 43 anni, che, nonostante fosse detenuta ai domiciliari, si era allontanata per recarsi al supermercato per fare la spesa, pur non vantando alcun permesso di lasciare l'abitazione da parte del Tribunale di Sorveglianza.

Contemporaneamente i carabinieri della Stazione di San Cipirello, con l'ausilio tecnico di una squadra di tecnici Enel, a seguito di numerose verifiche mirate ad individuare i furti di energia elettrica, hanno tratto in arresto Gioacchino Galati, pregiudicato, 37 anni, bracciante agricolo, anch'egli sottoposto alla detenzione domiciliare, che aveva realizzato un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica al fine di alimentare la propria abitazione senza alcun costo. I due, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti al rito direttissimo e, dopo la convalida, sono stati tradotti nuovamente presso le proprie abitazioni in regime di detenzione domiciliare.

 

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna