Anche il Monreale calcio a 5 si stringe attorno ai titolari del pub “Le Barrique”

Un “aperitivo di solidarietà” con Enrico e Dilva dopo la riapertura del locale. IL VIDEO

MONREALE, 29 novembre – La vittoria più bella, anche se lontano da un campo di gioco, il Monreale calcio a 5 l’ha ottenuta ieri sera, quando si è dato appuntamento presso il pub “Le Barrique”, fatto oggetto, nei giorni scorsi, di un’azione intimidatoria.

Qualche giorno fa, infatti, come molti sanno, alcuni malviventi hanno incendiato la porta d’ingresso del locale di via Arcivescovado gestito da Enrico Torti e dalla moglie Dilva.
È stato un bel momento aggregativo, un incontro fra amici nato per testimoniare solidarietà ai titolari del locale così duramente provati dal gesto intimidatorio e per ricordare agli stessi - così come hanno fatto tantissimi altri cittadini - che la parte migliore di Monreale, quella che ripudia gesti così vigliacchi, è con loro ed è pronta a prendere le distanze di chi agisce con questi metodi violenti e prevaricatori.
D’altronde, il Monreale calcio a 5 non ha mai fatto mistero di riservare parecchia attenzione non soltanto alle proprie vicende sportive, ma anche a quelle sociali che riguardano il territorio.

Ieri sera i giocatori del Monreale calcio a 5, guidati dal presidente Filippo Bruccola, dai dirigenti, dallo staff tecnico con in testa mister Giacomo Madonia e il diesse Tony Sabella (presente pure l'assessore allo Sport, Toti Zuccaro), con uniforme sportiva della società si sono ritrovati al pub per augurare il classico “in bocca al lupo” ai titolari dopo la riapertura.

Un piccolo gesto, ma significativo, che vuole solo testimoniare ad Enrico e Dilva, che anche il Monreale calcio a 5 sa da che parte deve stare.
Ne abbiamo approfittato per una breve chiacchierata con Enrico Torti, fortunatamente rinfrancato dopo la riapertura del locale, ma soprattutto per le numerose attestazioni di solidarietà ricevute.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna