“Home care premium”, partito il bando Inps 2017 per il sostegno alla non autosufficienza

Le domande potranno essere presentate entro e non oltre le ore 12 del prossimo 30 marzo

ROMA. 2 marzo - E' partito a livello nazionale il nuovo progetto 'Home care premium 2017', il piano di assistenza dell'Inps per le persone non autosufficienti: un progetto che "mira a potenziare e non a sostituire gli interventi previsti dalla legislazione vigente", ampliando la platea dei beneficiari fino ad interessare 30mila soggetti.

Il bando riguarda le prestazioni varie di assistenza domiciliare rivolte a dipendenti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, pensionati utenti della gestione dipendenti pubblici, loro parenti o affini di primo grado anche non conviventi e soggetti legati da unione civile e conviventi ex legge 76 del 2016.

Potranno inoltre beneficiare degli interventi assistenziali anche i giovani minori orfani di dipendenti già iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie/sociali e di utenti e pensionati della gestione dipendenti pubblici. Sono equiparati a figli i giovani minori regolarmente affidati e il disabile maggiorenne regolarmente affidato al titolare del diritto. I beneficiari devono essere individuati tra i soggetti maggiori o minori di età che siano disabili (il bando individua una disabilità media, grave e gravissima).

Le risorse stimate per gli interventi di assistenza domiciliare per il 2017 saranno pari a 220 milioni di euro per il solo secondo semestre, per poi sfiorare i 300 milioni nel 2018. Il nuovo programma si basa su due pilastri: vengono rimborsate le spese per l’assistenza familiare e vengono erogate in maniera indiretta una serie di servizi. Anche le graduatorie saranno sempre aggiornate ogni primo del mese e quando si liberano dei posti è consentita la presentazione di nuove domande.

Per quanto riguarda i benefici per l’assistenza domiciliare, la cifra massima che si potrà ottenere (in casi di disabilità grave e Isee fino a 8mila euro) sarà di 1.050 euro. Budget che scende fino a 550 euro per le persone con Isee di 40mila euro e oltre. Nei casi di disabilità media si va da un massimo di 500 euro al mese per coloro che hanno l’Isee più basso a nessun beneficio per chi ha l’Isee più alto.

Il bando è stato pubblicato lo scorso 28 febbraio sul sito ufficiale dell' Inps e le domande di iscrizione dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, pena l’improcedibilità delle stesse, accedendo alla home page del sito istituzionale www.inps.it seguendo il percorso: servizi on line – servizi per il cittadino – servizi gestione dipendenti pubblici ( ex INPDAP) per lavoratori e pensionati – gestione dipendenti pubblici – domanda assistenza domiciliare.

Il termine di presentazione scadrà il prossimo 30 marzo alle ore 12. Per potere presentare istanza è necessario aver già presentato la DSU per la determinazione dell’ ISEE. La graduatoria, verrà resa nota il 20 aprile. Il progetto sarà operativo dal secondo semestre dell'anno (inizierà dal primo luglio) e terminerà il 31 dicembre 2018.

L’Home care premium è stato avviato nel 2010, sperimentato nel 2012 e nel 2014 il programma è stato sottoposto a valutazione di impatto sul contesto sociale. Allo scorso gennaio l’Hcp conta 22.220 utenti di cui 10.095 percettori di prestazioni prevalenti. Per quanto riguarda i destinatari, il nuovo programma 2017, allarga i benefici ai parenti di primo grado anche non conviventi e i soggetti legati da unione civile e conviventi.

 

Ottica Nuova Visione
Di Fulco - Macelleria
Studio Valerio