Aci-Giurintano

Cinquant’anni di professione medica: domani un riconoscimento a Serafino Terzo e Bina Ferraro

Serafino Terzo

Saranno premiati nel corso di una cerimonia nella sede dell’Ordine dei Medici

MONREALE, 13 settembre – Cinquant’anni di professione, cinquant’anni di cure premurose dei propri pazienti, senza tralasciare famiglia, hobbyes ed amici. Domani verrà premiato per avere raggiunto questo importante traguardo il medico Serafino Terzo, cardiologo di chiara fama a Monreale e non solo, che domani riceverà una medaglia d’oro alla carriera nella sede dell’ordine dei Medici. Assieme a lui, per la stessa ragione e nella stessa occasione, sarà premiata Benedetta “Bina” Ferraro, pediatra di lungo corso, dalle cui cure sono passate tante generazioni di bambini monrealesi.

Serafino Terzo, 76 anni, nel corso della sua lunga carriera, è stato un punto di riferimento per tantissimi pazienti, non solo monrealesi, prima da medico di famiglia, quindi come cardiologo dell’ospedale Civico di Palermo, occupandosi, tra le altre cose, di terapia intensiva e post intensiva, cardiopatia ischemica, peacemaker, ecocardiografia e varie patologie cardiologiche. Ha partecipato, da solo e in equipe, a diversi lavori scientifici e relative pubblicazioni.

Tuttora continua a svolgere la propria professione sia come cardiologo, che come internista dedicandosi con passione, umanità e competenza a malattie complesse, ponendo particolare attenzione al rapporto umano e ai risvolti psicologici e psicosomatici delle malattie.Appassionato di attività subacquee, da sempre si è dedicato con grande interesse alla musica. Fin da giovanissimo faceva parte del "coro di voci bianche" del Seminario Arcivescovile Di Monreale sotto la direzione del grande maestro compositore Don Ignazio Sgarlata.
Da giovane studente ha composto in collaborazione con Renzo Terzo, con la trascrizione pentagrammica di Raffele Madonia, brani musicali vincendo nel 1961 e nel 1962 il primo e il secondo (Festival di Monreale) organizzato dal centro studentesco della Fuci sotto la guida di don Gino Bommarito, poi divenuto arcivescovo di Catania.

Bina Ferraro, 77 anni, prima donna medico di Monreale, ha svolto per tanti anni la sua attività di pediatra, diventando un punto di riferimento dell’ospedale dei Bambini di Palermo, occupandosi prima dei “prematuri”, quindi di Neurologia Neonatale dell’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale. Anche lei ha anteposto le qualità umane a quelle professionali, vivendo la sua professione con quella dedizione e quel rigore, che vanno ben al di là di ciò che impongono le regole deontologiche. Poco più di un anno fa, ha ricevuto il premio Donnattiva 2016, nel corso di una partecipata cerimonia che si è svolta al teatro Massimo di Palermo, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e del presidente della Regione Rosario Crocetta.

 

Commenti  

#1 Eduardo Di Gesù , aldo 2017-09-14 13:38
Un grande e sincero abbraccio dal tuo amico di infanzia per te e tua moglie
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna