Aci-Giurintano
  • Prima pagina
  • Cronaca
  • Cronaca varia
  • Palermo, scoperta una lapide a Palazzo delle Aquile in memoria delle vittime civili e militari delle missioni di pace all’estero

Palermo, scoperta una lapide a Palazzo delle Aquile in memoria delle vittime civili e militari delle missioni di pace all’estero

Fra i caduti c’è pure il vicebrigadiere Domenico Intravaia, vittima di Nassiriya

PALERMO, 11 novembre – Il sindaco Leoluca Orlando ha scoperto stamattina una lapide in memoria delle vittime civili e militari delle missioni di pace all'estero, collocata nell’atrio di Palazzo delle Aquile. Orlando ha ringraziato i vertici delle Forze Armate ed il Prefetto Antonella De Miro, presenti alla cerimonia e, soprattutto, i familiari dei caduti ai quali ha rivolto l’invito di svelare insieme la lapide.

Questa la dicitura della lapide:
“In memoria dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace:

- Maresciallo Aereonautica Militare Filippo Di Giovanni
- Vice Brigadiere Carabinieri Domenico Intravaia
- Caporal Maggiore Capo Esercito Italiano Michele Sanfilippo
- Maresciallo Capo Carabinieri Antonino Aiello
- Caporal Maggiore Esercito Italiano Giuseppe Orlando
- Caporal Maggiore Scelto Esercito Italiano Rosario Ponziano
- Caporal Maggiore Scelto Esercito Italiano Francesco Paolo Messineo

Nati in Palermo e Provincia. Con gratitudine, la città di Palermo pose - 12 novembre 2017”

"Ogni nome scolpito in questa lapide - ha detto il sindaco - ricorda una vittima caduta in missione di pace, al servizio della Patria e del proprio Paese. Ma ricorda anche una storia, una famiglia, un sistema di relazioni personali. Per questo abbiamo pensato che fosse giusto elencare tutti i nomi, per dare ad ogni famiglia un riferimento preciso, che resterà eterno. Quando gli anni passeranno, questa lapide resterà in ricordo dei vostri familiari che, tutti insieme, fanno parte della comunità palermitana, che ha dato il proprio contributo alla formazione dei valori di pace nelle missioni internazionali”.
Orlando ha anche voluto spiegare il significato della data scolpita sulla lapide, il cui quattordicesimo anniversario ricorre domani: “Abbiamo pensato che fosse giusto che la lapide recasse la data del 12 novembre, che ricorda la terribile strage di Nassiriya, evoca tante altre stragi ed è stata assunta dal Parlamento nazionale come riferimento per ricordare le vittime civili e militari cadute nelle missioni di pace all’estero”.
Il sindaco ha poi partecipato presso la Caserma dei Carabinieri “Carlo Alberto Dalla Chiesa” alla “Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace” ed alla Santa Messa, celebrata presso la Chiesa di San Giacomo dei Militari.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna