Allegoria delle donne, al circolo Italia si è aperta la mostra di Amalia Tripi

Grande partecipazione di pubblico alla cerimonia di inaugurazione. LE FOTO

MONREALE, 29 maggio – E’ stata inaugurata ieri pomeriggio al circolo di cultura Italia la mostra di pittura dell’artista Amalia Tripi “Allegoria delle donne” patrocinata dal Comune di Monreale e dall’Istituto Comprensivo Statale Antonio Veneziano.

In una sala colma di visitatori si è svolta la cerimonia inaugurale, con il consueto taglio del nastro, dell’esposizione delle opere di Amalia Tripi, che appartengono al periodo giovanile che va dal 1972 al 1983 e che ha rappresentato un momento molto creativo dell’artista, espressione di un universo femminile esplorato con evidente riferimento allegorico ed emozionale.
A fare gli onori di casa il presidente del circolo monrealese Claudio Burgio che ha lodato il lavoro dell’artista e si è compiaciuto della folta presenza di colleghi che con la loro partecipazione hanno voluto rendere omaggio alla loro ex collega e artista. Il sindaco Capizzi intervenuto alla manifestazione ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa e per le opere esposte nei prestigiosi locali del circolo e della sinergia già da tempo avviata con il sodalizio per la promozione dell’arte e della cultura.

Beatrice Moneti dirigente scolastico della Veneziano ha espresso l’ammirazione per il lavoro svolto dalla Tripi nella doppia veste di insegnante e di artista, e auspica che possa dedicarsi alla pittura a tempo pieno, adesso che è più libera da impegni lavorativi.
Lillo Aricò ha rimarcato il ruolo promotore del circolo e l’importanza che ha avuto nel corso degli anni, diventando punto di riferimento ed accoglienza, invitando tutti coloro che volessero esporre e avviare iniziative culturali.
L'artista ha ringraziato il circolo Italia e tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita dell'evento. Si è commossa fino alle lacrime abbracciando la preside Moneti.
Presenti alla cerimonia le due artiste Francesca Gucciardi e Anna Russo, che nel mese di maggio hanno esposto le loro opere al circolo, alle quali è stato omaggiato un mazzo di fiori in segno di gratitudine.
Benedetto Rossi, curatore della mostra ha spiegato il significato delle opere del periodo giovanile, un momento creativo dell’artista caratterizzato da una figurazione allegorica, alla ricerca di un linguaggio espressivo che pur attingendo al mondo della realtà non ha un riferimento diretto con ciò che ci circonda, esplorando ambiti personali ed emotivi. La mostra odierna è da considerarsi una sorta di apripista, usando una metafora sportiva, che preannuncia un rinnovato momento creativo di opere che l’artista si appresta a “creare” e mostrare in un futuro prossimo.

La serata è stata arricchita dall’esecuzione di alcuni brani della tradizione napoletana, del duo Domenico Pecoraro al mandolino e Francesco lo Coco alla chitarra, giovani promettenti musicisti. Al termine della cerimonia il presidente Burgio ha reso un omaggio floreale all’artista Amalia Tripi e alla dirigente Beatrice Moneti.
L’esposizione è visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 fino a mercoledì 6 giugno.

 

Commenti  

#1 Nadia Sinatra 2018-05-30 17:35
Congratulazioni Prof. Mi fa molto piacere leggere l'articolo sulla sua mostra...ci teneva tanto e prima di "congedarsi" dalla scuola ne parlammo tanto, mentre davamo un po di colore qua e là sugli armadietti della Veneziano. Adoravo ascoltare le tue lezioni teoriche. Ciao bella Prof.
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna