Da Emanuele Basile a Mario D'Aleo, tavola rotonda sul futuro della lotta alla mafia

Il sindaco di Monreale “Tenere viva la memoria di questi uomini che hanno sacrificato la loro vita per la legalità”

BALESTRATE, 17 giugno – Ieri a Balestrate presso il “Centro di aggregazione giovanile Mario D’Aleo, Giuseppe Bommarito e Pietro Morici, Vittime di mafia”, il sindaco di Monreale Piero Capizzi ha preso parte alla tavola rotonda: “Da Emanuele Basile a Mario D'Aleo” per affrontare le tematiche sul futuro della lotta alla mafia.

All’iniziativa hanno preso parte Leonardo Agueci, ex procuratore aggiunto di Palermo; Francesca Bommarito, presidente dell’associazione “Giuseppe Bommarito”, il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, colonnello Antonio Di Stasio, il tenente colonnello Luigi De Simone, comandante del Gruppo Monreale e il tenente colonnello Mauro Carrozzo, comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, Francesco Accordino, ex capo sezione omicidi Squadra Mobile di Palermo, Elvira Terranova, giornalista dell’agenzia Adnkronos.Nel corso della manifestazione è stata celebrate una messa e deposta una corona di fiori davanti la stele che ricorda l’appuntato Bommarito.
“Queste iniziative sono importantissime perché servono a tenere viva la memoria e il sacrificio di uomini valorosi - ha dichiarato il sindaco Capizzi - é questo il principio fondamentale che ognuno di noi deve tenere presente nell’assumersi le proprie responsabilità sia come cittadini che come rappresentanti delle istituzioni. Emanuele Basile, Mario D’Aleo, Giuseppe Bommarito, Pietro Morici contrastarono con passione a Monreale la corruzione e la mafia, come leggere quegli eventi e quali prospettive attuali nella lotta alla mafia e alla corruzione”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna