Cede una trave, crolla la ringhiera della villa comunale

Il diluvio di sabato sera lascia un’altra unghiata sul territorio. LE FOTO

MONREALE, 5 novembre – Sembra il remake di quello che successe il 1 marzo del 2011. Forse ancora più grave e dagli effetti ancor più pesanti. In quel caso avvenne il cedimento di una parte del muretto di sostegno della ringhiera della villa Belvedere. Oggi un crollo ben più fragoroso, che si è portato via una trave di cemento e pure una parte della ringhiera.

Sono questi gli effetti del diluvio di sabato pomeriggio, protrattisi per lunghe ore, fino a tarda sera, che tanti danni ha creato su tutto il territorio. Teatro, ancora una volta la villa comunale, da sette anni e mezzo alle prese con una “Via Crucis” che l’impegno dei volontari degli ultimi mesi sembrava far arrivare al traguardo.
Ed invece, Giove Pluvio, si è messo di traverso riaprendo una ferita, non ancora rimarginata e rendendola una voragine. In questi anni, però, va detto, vuoi per la mancanza di fondi, vuoi pure per un po’ di tirare a campare, nessun intervento serio e risolutorio è stato mai messo in atto. Il risultato è quello che è sotto gli occhi di tutti e che le nostre foto ampiamente documentano. Tutto è caduto di sotto, nel giardino sottostante, dove, fortunatamente, non c’era nessuno. A venir giù è stata pure una trave di cemento, che di armato aveva ben poco e che si è portata appresso pure la ringhiera.


Fortunatamente il tratto interessato è quello già precedentemente martoriato e non uno aggiuntivo, che avrebbe comportato un’ulteriore riduzione degli spazi fruibili. Occorrerà però un impegno (stavolta serio), per far in modo che lo spazio venga restituito ai monrealesi, così come era in precedenza.

Di Fulco - Macelleria
Studio Valerio
Ottica Nuova Visione