Pezzingoli, trovato morto in casa l’attore Giovanni Martorana

A causare il decesso potrebbero essere state le esalazioni della sua stufa a legna

MONREALE, 23 dicembre – Potrebbero essergli state fatali le esalazioni della sua stufa a legna, quella che riscaldava la sua casa di Pezzingoli, nei pressi di Monreale. Sembrano queste le cause della morte dell’attore Giovanni Martorana, 53 anni, trovato riverso per terra all’interno dell’abitazione.

Il decesso potrebbe essere avvenuto due giorni fa e, come detto, potrebbe essere stato causato da avvelenamento da monossido di carbonio, sprigionato da una stufa a legna.
Giovanni Martorana aveva 53 anni e il suo nome aveva iniziato a girare grazie alle importanti collaborazioni con registi come Marco Tuttlio Giordana e Giuseppe Tornatore. Ha preso parte ai film "I Cento Passi" e "La Meglio Gioventù" entrambi di Giordana, "Baaria" e "Malèna", entrambi di Tornatore.
Aveva recitato anche in "Quando sei nato non puoi più nasconderti", regia di Marco Tullio Giordana, "Io, l'altro" di Mohsen Melliti, "La matassa" di Giambattista Avellino e Ficarra e Picone, "Vento di Sicilia", regia di Carlo Fusco, "L'ultimo padrino", con la regia di Marco Risi.
Ultimamente aveva preso parte anche alle fiction tv recitando vicino a Vincent Spano in "L'Onore e il Rispetto", aveva recitato anche nella serie televisiva "Squadra antimafia - Palermo oggi".

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna