Caputo - Orizzontale 2019

Milano, al via la Bit: tanti i comuni siciliani presenti, non c’è Monreale

Alla rassegna internazionale del turismo spicca l’assenza del Comune normanno

MILANO, 11 febbraio -Da Taormina a Balestrate, da San Vito Lo Capo a Custonaci la maggior parte dei comuni siciliani hanno partecipato alla Bit di Milano. “Quello che mi ha sconvolto è che mancasse Monreale; erano presenti città siciliane con minori appeal dal punto di vista turistico rispetto alla nostra città”.

Sono parole del consigliere comunale di “Diventerà Bellissima” Marco Intravaia che si è recato nel capoluogo lombardo per accompagnare il presidente della Regione Nello Musumeci al più importante appuntamento dedicato al turismo internazionale.
“E’ incomprensibile il motivo – ha continuato Intravaia – per cui l’amministrazione comunale ha deciso di non partecipare alla Bit. Non si possono addurre motivi economici, perché i comuni che non avevano risorse finanziarie hanno chiesto di essere ospitati nello stand della Regione Siciliana. Bastava anche una presenza simbolica; invece chi ha visitato la Bit ha potuto ammirare Monreale soltanto dalla silloge di immagini che ha realizzato la Regione. Evidentemente il sindaco e la giunta non credono nella promozione del territorio e nelle potenzialità del marketing quali strumenti di crescita per il turismo e per l’economia locale. È chiaro che Monreale, nonostante le sue numerose potenzialità, non potrà mai compiere il salto di qualità sul panorama del turismo internazionale se diserta i più importanti appuntamenti di incontro e promozione turistica”.

Sulla vicenda interviene pure l’ex sindaco Salvino Caputo: “Anche quest'anno la città di Monreale è assente dalla Borsa internazionale del turismo di Milano – afferma in una nota – Tutta l'Italia è presente a livello di comuni e regioni all'importante vetrina internazionale del turismo. Gli imprenditori del settore fanno la fila per stringere contratti e sottoscrivere pacchetti turistici con i comuni sedi di monumenti di grande richiamo culturale E in tutto questo la nostra Monreale è assente. Ricordo che, ha aggiunto Salvino Caputo, Monreale era presente nella Bit grazie alla collaborazione con la Regione e con gli enti di promozione turistica.
Erano gli anni in cui gli imprenditori alberghieri presentavano le loro offerte e l’amministrazione presentava la rassegna internazionale di musica sacra e il maggio monrealese. Le foto del Duomo e del Chiostro erano esposte all'interno dello Stand della Regione così come le proposte dell’agroalimentare e i prodotti tipici di Monreale. Senza alcun costo per il Comune eravamo presenti nel più importante teatro turistico mondiale. Con grande ritorno per la nostra Città e per gli operatori. Questa amministrazione ha cancellato anche questa opportunità isolando Monreale”.

 

Commenti  

#1 Giovanni 2019-02-11 20:57
Non è la prima e nemmeno l'ultima di essere assenti . Penso che sia un fatto culturale e non da ora .assenti ai finanziamenti erogati da stato , regione , comunità europea. Vi ricordate da quanto tempo non arrivano finanziamenti per costruire alloggi popolari a Monreale ? Da quasi 20 anni . É pur vero che è mancata la pressione politica e sindacale di noi tutti . Gli anni 70 e 80 sono stati gli anni delle vacche grasse, grazie alle OO/SS che ci siamo mobilitati e alla sensibilità delle giunte di centro sinistra .
Citazione
#2 Dario 2019-02-12 09:04
Tra qualche tempo verremo cancellati dalla cartina geografica ....con questi nostri amministratori ne passamu nè cuntamu.....
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna