Contrabbando di sigarette, dalla Guardia di Finanza un duro colpo ai trafficanti

Sequestrati 300 chili di “bionde”, arrestate 3 persone, denunciate altre 8

PALERMO, 21 settembre - I finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo hanno inferto, nei giorni scorsi, un duro colpo ai contrabbandieri di sigarette. In varie operazioni, che hanno interessato diverse zone della città e più di 30 Baschi Verdi, sono stati sequestrati 300 chili di sigarette di contrabbando, arrestate 3 persone, denunciate altre 8, nonché elevati verbali ai fini amministrativi nei confronti di 10 soggetti.

Il primo arresto è scattato nei confronti di un pluripregiudicato, M.M. 46 anni, che è stato fermato, nei pressi del mercato “Ballarò”, mentre stava trasportando un sacco nero di cellophane contenente sigarette di contrabbando in un locale attiguo alla sua postazione di rivendita delle sigarette. Tra quelli nel sacco e quelli trovati all’interno della stanza, sono stati rinvenuti circa 20 chili di tabacchi lavorati esteri.

Il secondo arresto è stato effettuato sempre tra le bancarelle del mercato storico di “Ballarò” nei confronti di L.G.39 anni, anch’egli con precedenti specifici, intento alla rivendita di tabacchi di contrabbando. Infatti, nei pressi del “banchetto” ove teneva esposta parte della merce e precisamente sopra una tettoia, i finanzieri hanno trovato circa 20 chili di sigarette.

Le attività di contrasto sono state coronate dal maxi sequestro operato nei confronti di D.G. 32 anni. Il giovane è stato fermato dai Baschi Verdi mentre era alla guida di un furgone. All’interno del mezzo sono stati rinvenuti molti scatoloni di sigarette di contrabbando di diverse marche, del peso complessivo di 240 chili. Anche in questo caso il conducente del mezzo è stato arrestato. Ulteriori 20 chili di sigarette sono stati nel complesso sequestrati al termine di vari controlli nei confronti di 10 persone scoperte, in vari punti della città, mentre stavano vendendo la merce di contrabbando.

Trapani fratelli
Studio Valerio
Win App - piccolo