Elezioni europee, grande caos a Palermo al seggio destinato alla comunità rumena

Lunga attesa sotto la pioggia per gli elettori. Fra questi pure alcuni monrealesi

PALERMO, 26 maggio - In una mattina in cui la scarsa affluenza alle urne rende non eccessivamente arduo il compito dei componenti dei seggi elettorali, c’è chi, invece, è costretto a delle lunghe code per esprimere il proprio voto alla odierna tornata europea.

È la comunità rumena di Palermo, comprendente anche alcuni monrealese, alla quale il Comune di Palermo ha destinato un locale probabilmente poco adatto alle esigenze, al quale gli aspiranti elettori possono accedere soltanto a due a due. Col risultato che tutti gli altri sono costretti ad attendere il loro turno all’aperto, sotto la pioggia battente che ha caratterizzato la giornata di oggi. Numerose si sono elevate le proteste: “Siamo in corda da stamattina – afferma qualcuno di loro – è davvero incredibile vedere come siamo costretti a sopportare questi numerosi disagi per esprimere il nostro voto ed esercitare quindi un diritto-dovere. Sarebbe stato necessario individuare dei locali migliori per non farci stare qui come un branco di pecore. Riteniamo ciò davvero indecente”.

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH