• Prima pagina
  • Appuntamenti
  • Piana degli Albanesi, domani si presenta il libro di Giovanni Di Marco ''L'avversione di Tonino per i ceci e i polacchi''

Piana degli Albanesi, domani si presenta il libro di Giovanni Di Marco ''L'avversione di Tonino per i ceci e i polacchi''

Appuntamento alle 18,30 nel cortile Conte Manzoni

PIANA DEGLI ALBANESI, 18 giugno – Inizia domani, mercoledì 19 giugno, alle ore 18,30 nel cortile Conte Manzoni la rassegna di presentazione di Libri nell'ambito degli Spazi Cultura Estate a Piana degli Albanesi con lo scrittore Giovanni Di Marco.

“L'avversione di Tonino per i ceci e i polacchi” è un romanzo politico che ai silenzi di un sistema complice di crimini sessuali contrappone l'urlo disperato di un bambino trasfigurato ma non vinto.

Questo passo della recensione del prestigioso blog letterario Minima & Moralia sintetizza bene il contenuto del romanzo di Giovanni Di Marco, giornalista sportivo palermitano, all'esordio nella narrativa con questo libro edito da Baldini+Castoldi.
Al centro della storia c'è innanzitutto la vittima che racconta il suo dramma in prima persona. A fare da sfondo la Sicilia degli anni '80. Un romanzo che nonostante la tematica difficile riesce ad essere leggero e a tratti anche ironico, e che è stato apprezzato soprattutto dai giovani lettori, come testimonia il Premio per la Cultura Mediterranea del 2023 assegnato all'autore da una giuria di oltre 400 studenti di diversi licei calabresi e lucani.

"All'interno delle attività estive – afferma il sindaco Rosario Petta – abbiamo creato lo Spazio Cultura per la presentazione di Libri scritti da autori di fama nazionale, per consentire ad un pubblico molto esigente, di potersi confrontare direttamente con gli autori.
La location è il magnifico Cortile Conte Manzoni a pochi passi dalla piazza Vittorio Emanuele e dal museo a cielo aperto di borgo Scesci.
L'organizzazione messa in atto in collaborazione con l'amministrazione comunale è curata dal Rotary Palermo Piana degli Albanesi con il Presidente Michelangelo Capitano e con l'associazione culturale Bashkë".