Musica, rime e immagini per raccontare la nascita di Monreale

L’iniziativa degli studenti della scuola Morvillo nell’ambito di “Storie di libri tra Palermo e Monreale”

MONREALE, 25 novembre – La nascita di Monreale e il sincretismo della cultura siciliana sono i temi approfonditi dalla scuola Morvillo, nel corso della performance mattutina, a Villa Savoia, nell’ambito della manifestazione “Storia di libri tra Palermo e Monreale”.

I piccoli alunni della scuola dell’infanzia hanno raccontato, con la musica, le rime e le immagini, la nascita di Monreale: dagli albori, in cui la nostra città era un semplice villaggio e un ameno luogo di caccia, fino alla costruzione della cattedrale. Fra le attività dei piccoli, un libro tattile con immagini realizzato con vari materiali. La scuola media di primo grado si è cimentata sul tema del sincretismo, visibile non solo nei monumenti ma anche in vari miti tipicamente siciliani, letti dagli studenti, oltre che nella cucina, nella letteratura e nelle tradizioni. Fra le altre attività, anche una “gigantografia” del libro di Amelia Crisantino “Breve storia della Sicilia”.
“Siamo molto soddisfatti – ha detto Antonella Lo Presti, primo collaboratore vicario della dirigente Concetta Giannino – del percorso di approfondimento intrapreso dai nostri ragazzi che, a prescindere dalla fascia d’età, hanno dimostrato di sapere contribuire alle tematiche affrontate. Dai loro interventi è emersa una sinergia d’intenti e d’interventi che ha offerto un quadro ben delineato sulle nostre radici storico-culturali. Ringrazio l’amministrazione comunale per avere organizzato questa importante manifestazione e per averci coinvolto come scuola, fornendo ai nostri ragazzi lo spunto per approfondire tematiche fondamentali quali l’accoglienza e l’integrazione, oltre a vivere gli spazi monumentali della nostra città, come luoghi di cultura e conoscenza”.

 



Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna