Dagli studenti della Veneziano un encomio ai volontari della villa comunale

All’iniziativa ha preso parte pure la dirigente Beatrice Moneti. LE FOTO

MONREALE, 4 ottobre - La terza B della scuola media Antonio Veneziano ha presenziato oggi all’inaugurazione della vasca posta a centro della villa comunale. Gli allievi accompagnati dalla dirigente Beatrice Moneti e dagli insegnanti Angela Cassarà e Roberto Oddo, hanno partecipato all’incontro promosso da Claudio Burgio, docente in pensione della stessa scuola e attuale presedente del Circolo di Cultura “Italia”, promotore dell’evento, che ha enunciato alla scolaresca i meriti acquisiti dai volontari Alessandro Maenza e Piero Faraci.

“Si devono a loro e al gruppo che ne fa parte - ha detto - tutti gli interventi che hanno dato al belvedere un recupero di immagine che constatiamo assieme a voi. L’ultimo esempio di dedizione il recupero della vasca con la pittura del fondo ed il funzionamento dell’impianto idrico spruzzo compreso “. Dalla dirigente Moneti parole significative rivolte ai ragazzi per difendere la natura come base fondamentale della vita di ogni cittadino. Ai volontari i meriti tangibili per aver dedicato un lungo periodo a questo lavoro, che oltre al recupero della fontana, li ha visti artefici della salvezza di un ficus con il taglio della parte ammalata dietro suggerimento dei tecnici e l’apertura di un tratto di balconata che per diversi anni è stata tenuta chiusa per il crollo di un tratto di muro.
“La villa –ha detto Burgio- viene preparata per creare un percorso che dà al turista un percorso per raggiugere il Chiostro dei Benedettini dalla via Torres, raggiungere l’ingresso dell’ex dormitorio dei Benedettini con un unico biglietto visitare duomo, chiostro, museo multimediale e museo diocesano. Parte anche da questa considerazione l’azione promossa dai volontari. Una scelta che ha sorpreso molti, per la decisione di creare la conservazione delle tradizioni dell’ex monastero dei benedettini.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna