Studio Radiologico Gargano

Scuola Guglielmo II, il dirigente Claudio Leto trasferito a Palermo

Claudio Leto

Sarà alla guida della “Marconi”. Confermati gli altri dirigenti scolastici degli istituti monrealesi

MONREALE, 18 luglio –Si conclude dopo quattro anni la permanenza a Monreale di Claudio Leto, dirigente scolastico della scuola Guglielmo II, che al termine dell’annuale “valzer” dei presidi, è stato trasferito all’istituto comprensivo “Guglielmo Marconi” di Palermo.

Al momento questa è l’unica novità di rilievo riguardante i dirigenti scolastici degli istituti monrealesi. La mappa tracciata ieri dall’ufficio scolastico regionale, infatti, ha registrato la conferma di Cettina Giannino alla guida del liceo “Basile-D’Aleo” e di Beatrice Moneti, al timone dell’istituto comprensivo “Antonio Veneziano”. Non rientravano in questo tourbillon di nomine, invece, Chiara Di Prima e Patrizia Roccamatisi, al vertice, rispettivamente, della direzione didattica “Pietro Novelli” e dell’istituto comprensivo “Margherita di Navarra”, poiché non in scadenza di contratto. Per quanto riguarda la “Morvillo”, anche quest’anno, a meno di clamorose sorprese, la scuola dovrebbe essere guidata da una reggenza. Se ne dovrebbe sapere di più nei prossimi giorni.

Semmai, se di qualche novità si può parlare, questa riguarda essenzialmente sempre la scuola Guglielmo che, a causa del suo sottodimensionamento in termini strettamente numerici, quest’anno andrà in “reggenza” provvisoria. Un destino che, se la situazione non dovesse variare e i numeri dovessero rimanere immutati o addirittura ridotti, dall’anno scolastico 2018-2019 verrebbe accorpata, per dare vita ad un istituto comprensivo di più grosse dimensioni. L’argomento è stato al centro di un lungo confronto nei giorni scorsi tra il Comune di Monreale e l’ufficio scolastico provinciale, al temine del quale è uscita l’intenzione di accorpare la Guglielmo alla Pietro Novelli, che, quindi, da direzione didattica diventerebbe un istituto comprensivo. “Si tratta al momento – afferma il sindaco Piero Capizzi – solo di un’ipotesi tecnica, avanzata dall’ufficio scolastico provinciale, sulla quale l’ultima parola spetterà all’assessorato regionale alla Pubblica Istruzione”.

Secondo questo disegno, inoltre, il plesso di San Martino delle Scale, che al momento fa capo alla “Guglielmo II”, passerebbe sotto l’egida della “Margherita di Navarra” che ha sede a Pioppo, ma che ha pure una sede a Villaciambra, dando vita, pertanto ad un istituto comprensivo che racchiuderebbe sotto la sua amministrazione le scuole presenti nelle frazioni.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna