• Prima pagina
  • Sport
  • Monreale all’ultima zampata: contro l’Alcamo arriva la vittoria della riscossa

Monreale all’ultima zampata: contro l’Alcamo arriva la vittoria della riscossa

La formazione del Monreale C5 che ha giocato contro lo Sporting Alcamo

4-3 vietato ai deboli di cuore con gol-partita in pieno recupero su tiro libero di Patti

ALCAMO, 2 dicembre – In allenamento ne aveva provati tanti ed aveva sempre fatto gol. In pieno recupero quando l’arbitro ha decretato il tiro libero per il Monreale, Michele Patti non ha esitato un attimo: ha preso il pallone e lo ha piazzato sul dischetto. Poi col suo sinistro ha fatto gol, regalando la prima vittoria esterna ai biancazzurri (4-3) e soprattutto mettendo fine ad una partita sofferta come poche altre nella storia del club.

Abbiamo scelto di partire dalla fine del match tra Sporting Alcamo e Monreale Calcio a 5, un match che ha regalato mille emozioni al pubblico presente e che ha dimostrato una cosa importante: il Monreale, malgrado fosse reduce da due sconfitte consecutive, è tutt’altro che malato. Soprattutto sotto l’aspetto caratteriale. Il Monreale è vivo ed ha tanta voglia di lottare. Contro l’Alcamo doveva essere una prova nella quale potere pesare realmente gli attributi e i biancazzurri non hanno fallito. Hanno ottenuto una vittoria importante, di quelle che possono dare una svolta al campionato. Non tanto per la consistenza dell’Alcamo, che, con tutto il rispetto, non è apparso affatto una squadra trascendentale, quanto perché di fronte ad una diretta concorrente per la salvezza e dopo due batoste, era importante dare una sterzata ad invertire la rotta.
Il Monreale ci ha messo un tempo, regalando, in pratica, la prima frazione ai padroni di casa, ma nella ripresa ha fatto quello che sa fare, ribaltando il risultato, dopo lo svantaggio iniziale ed andando in rete altre due volte, fino al tiro libero finale, calciato come detto dal bomber Patti, che ha messo in cassaforte la vittoria.
Nel primo tempo, malgrado il Monreale riuscisse a far girare meglio la palla rispetto all’Alcamo, era stata a sorpresa propria la squadra di casa a passare in vantaggio al 10’ con Ferrara, bravo a ribadire in rete dopo la traversa colta da Stellino.
La reazione dei biancazzurri ad inizio ripresa, grazie all’ottimo lavoro del pivot Giacomo Catalano, finalizzato da Guido Giambona (ottima la sua prova, assieme a quelle de gemello Andrea, soprattutto in fase difensiva). Era proprio il “Giamè” a mettere per due volte il pallone alle spalle del portiere di casa Viola, ad inizio ripresa (1’ e 2’), ribaltando l’iniziale vantaggio alcamese.
La gioia, però durava poco, perché al 3’ i padroni di casa impattavano sul 2-2 grazie ad un gol di Di Gaetano che sfruttava il pessimo piazzamento della difesa monrealese. Tutto da rifare, quindi. Ci voleva allora tutta l’esperienza di Leo Arcilesi, che su schema di calcio di punizione, al 25’ serviva un indisturbato Michele Patti che, da due metri non aveva difficoltà a siglare il 3-2.
L’Alcamo allora le tentava tutte fino a quando, in pieno recupero Lupo pescava il jolly, scagliando un sinistro in diagonale che sorprendeva Gregorio Abbate.
Per il gol vittoria, quello realizzato, come detto, ancora da Patti, quando le pulsazioni erano a mille, bisognava aspettare l’ultimo respiro, fino a quando la rete non si gonfiava ed esplodeva tutta l’esultanza dei pochi monrealesi fedelissimi che hanno sfidato il maltempo e si sono presentati al PalaGrimaudo di Alcamo.
Adesso il Monreale se la vedrà contro l’Enna nella partita che sabato prossimo sancirà il debutto dei biancazzurri nel nuovo impianto della palestra Antonio Veneziano, che proprio ieri ha ottenuto al definitiva omologazione da parte della Figc.

LA TELECRONACA DEL PRIMO TEMPO

LA TELECRONACA DEL SCONDO TEMPO

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna