• Prima pagina
  • Sport
  • Il Monreale non sbaglia nulla: il Palermo Futsal alza bandiera bianca

Il Monreale non sbaglia nulla: il Palermo Futsal alza bandiera bianca

Gara di grande concentrazione per un 9-2 che vale un tesoro. LE FOTO

PALERMO, 17 febbraio – La nottata, chissà, forse sta passando e dopo il buio, come sempre, arriva l’aurora. Questo, almeno, è ciò che si augura il Monreale calcio a 5 che oggi, impegnato in trasferta contro il Palermo Futsal 89ers, ha conquistato una vittoria non importante, ma importantissima nella lotta per la salvezza che gli consente di guardare con ritrovata fiducia al prosieguo del campionato.

Ed alla fine, finalmente, dopo sei lunghissime settimane, quando il triplice fischio ha sancito il 9-2 finale con cui si è concluso il match del cento sportivo Trinakria, il sorriso è tornato sul voto di tutti: giocatori, staff tecnico e dirigenti.
C’era grande apprensione, adesso lo possiamo dire, in casa Monreale alla vigilia di questo incontro. E non tanto per il rispetto che si deve ad ogni avversario, ma perché, soprattutto, la lunga serie di risultati negativi, aveva un po’ scalfito le sicurezze di tutto l’ambiente e l’ombra di una marcia all’indietro in classifica si era allungata di molto addosso al Monreale. Stavolta, però, a differenza di tante altre partite nelle quali aveva prevalso il nervosismo e si era sprigionata un’energia negativa, tutto ha funzionato a meraviglia, soprattutto nella testa. La squadra ha giocato con grinta, determinazione e concentrazione dal primo all’ultimo minuto, non ha mollato un centimetro ed i risultati si sono visti.

Dopo una prima, fisiologica fase di studio, il Monreale ha cambiato marcia, il divario fra le due squadre in campo è cresciuto col passare dei minuti ed i gol sono arrivati a grappoli. Ha aperto Marco Casamento, al termine di un’azione personale caparbia, quando era passati 22’ di gioco. Negli ultimi minuti del tempo il match si è messo decisamente in discesa ed il Palermo Futsal ha praticamente issato bandiera bianca. Sono andati a segno Roberto Di Simone e due volte Salvo Pitarresi, realizzando i gol che hanno chiuso la prima frazione sul 4-0.
Altre volte i ragazzi di mister Buccheri avevano un po’ mollato mentalmente nella ripresa, lasciando spazio agli avversari. Nulla di tutto questo è avvenuto oggi pomeriggio. Il Monreale è rientrato in campo come se il risultato fosse ancora fermo sullo 0-0.
Il Palermo Futsal ha messo in campo allora una tattica necessaria, ma suicida perché eseguita malissimo: quella del “quinto di movimento”, schierando il portiere-attaccante, nel tentativo di sfruttare la superiorità numerica. La scelta però, per i gialli padroni di casa si è rivelata un boomerang e il Monreale ha cominciato a far grandinare ancora gol, addirittura uno realizzato dal portiere Gregory Abbate (un altro da grande distanza dal “Cholo” Ciolino. Tutto facile, quindi per il Monreale, oggi scaramanticamente, in completo azzurro. A segno pure due volte Guido Giambona e Michele Patti, con una micidiale azione di contropiede. Per il Palermo Futsal reti di Vitale e Campisi.

Adesso, però, nessuno in casa Monreale si senta arrivato: la strada che porta alla salvezza è ancora irta e tortuosa e impegni durissimi ce ne saranno ancora tanti. A cominciare dalla delicatissima sfida contro il Villaurea sabato prossimo al Paladonbosco, un match contro un’altra diretta concorrente nella zona bassa della classifica. Sarà necessaria un’altra partita perfetta come quella odierna. Solo così la permanenza in serie C1 potrà diventare realtà.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna